Prete "scomunica" Salvini sull'altare: la Lega "chiama" Papa Francesco

09 novembre 2016 ore 1:00, Americo Mascarucci
Prima ha letto un passo del Vangelo di Matteo sull'accoglienza agli stranieri: "Perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto". 
Poi ha detto ai fedeli:  "O si sta con Salvini o si è cristiani". 
Lui è don Alberto Vigorelli, parroco della chiesa di Santo Stefano a Mariano Comense, che ha scelto di commentare con queste parole un passo del Vangelo di Matteo in riferimento all'accoglienza dello straniero. 
Una "scomunica" in piena regola per il segretario del Carroccio che come noto non è affatto favorevole all'accoglienza per tutti e anzi vorrebbero chiudere le frontioere agli immigrati.
La Lega Nord ha quindi invocato l’intervento della Curia di Milano e anche del Papa e vorrebbe la rimozione dall’incarico di don Vigorelli per le sue parole contro Matteo Salvini. 
Il vice presidente del Senato Roberto Calderoli ha scritto una lettera a papa Francesco per chiedere un suo intervento diretto nella vicenda di Mariano Comense. "Ho invitato il Santo Padre a interessarsi della vicenda, valutando l’opportunità di rimuovere questo sacerdote dopo queste sue gravissime affermazioni, per cui non possono bastare solo delle scuse formali – ha annunciato lo stesso Calderoli -. Sono certo che il Papa terrà in debita considerazione questa mia richiesta". 

Prete 'scomunica' Salvini sull'altare: la Lega 'chiama' Papa Francesco
Di rimozione di don Vigorelli ha parlato anche lo stesso Matteo Salvini, che si è rivolto all’arcivescovo di Milano Angelo Scola e al cardinale Beniamino Stella, prefetto per la congregazione per il clero. "Come si permette questo sacerdote di dare patenti di cristianità, insultando non solo me ma milioni di italiani? - ha chiesto il leader del Carroccio - Episodio vergognoso, stavolta non lasciamo perdere". 
"Siamo stanchi di questi continui tentativi di scomunica da chi usa il pulpito per fare propaganda politica filo immigrazionista - ha attaccato il parlamentare leghista Nicola Molteni -. Sono molto preoccupato per affermazioni avventate e preconcette che vengono indirizzate ai miei figli da persone che dovrebbero dare loro insegnamenti sui valori cristiani da seguire". 
Don Vigorelli da parte sua non ha affatto corretto il tiro e di fronte alle polemiche avrebbe addirittura rilanciato: "So che sono forti, ma è così: o si sta con Salvini o si è cristiani". 
Dalla Lega fanno notare che il sacerdote in passato più volte avrebbe espresso posizioni favorevoli alla sinistra e ostili al centrodestra. Il prete di Mariano stava commentando il brano del vangelo di Matteo sul "giudizio finale" e in particolare il passaggio "ero forestiero e mi avete ospitato", che prosegue poi: "Ogni volta che avete fatto queste cose a uno dei mie fratelli più piccoli lo avete fatto a me". 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]