Morte Veronesi, il cordoglio dell'Italia da Mattarella al Milan

09 novembre 2016 ore 14:09, Americo Mascarucci
Tanti i messaggi di cordoglio istituzionali e non per la scomparsa dell’oncologo ed ex ministro della Salute Umberto Veronesi.
Cordoglio ovviamente dal Capo dello Stato Sergio Mattarella: 
"La morte di Umberto Veronesi mi colpisce e addolora – scrive il Presidente - Desidero esprimere ai familiari, agli amici, ai colleghi di lavoro e a quanti hanno collaborato con lui, il mio cordoglio e la mia vicinanza, sicuro di interpretare i sentimenti dell’intero Paese e di tanti che lo hanno conosciuto e stimato, che hanno apprezzato la sua alta professionalità e la sua grande umanità, che hanno beneficiato della ricerca e delle cure che lui e la sua squadra sono stati capaci di realizzare lungo tanti anni". 
"Veronesi – aggiunge Mattarella – è stato un grande medico e un grande scienziato, che ha aperto vie nuove nella lotta contro il cancro e ha lasciato una preziosa eredità non solo al nostro Paese, ma al mondo intero. I risultati da lui ottenuti per abbattere la mortalità del tumore al seno e per ridurre l’invasività delle terapie, attraverso nuove tecniche, hanno dato speranza, libertà e possibilità di vita a tante donne. Umberto Veronesi ha dato onore all'Italia e la Repubblica gli rende omaggio, nella convinzione che altri seguono e seguiranno il percorso da lui intrapreso per raggiungere nuovi risultati di progresso, anche grazie al suo lavoro e alle sue intuizioni", ha concluso Mattarella.
"Addio a Umberto Veronesi. Grande scienziato, uomo di valore, ha insegnato alle donne come vincere e difendersi dal cancro.
Morte Veronesi, il cordoglio dell'Italia da Mattarella al Milan
Un abbraccio affettuoso ai suoi cari", ha twittato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin.
Per il presidente della Camera Laura Boldrini "Grazie a Veronesi non parliamo più di male incurabile. Umberto Veronesi ha saputo dare a tanti uomini e donne nuove speranze di vita".

Ma non soltanto il mondo istituzionale ha detto addio al grande medico e scienziato. 
Immancabile il cordoglio dei colleghi: "Un grande uomo di scienza, che ha contribuito in maniera decisiva alla crescita dell'oncologia non solo italiana: il professor Umberto Veronesi lascia un'immensa eredità".afferma Carmine Pinto, presidente dell'Associazione italiana di oncologia medica (Aiom).
"Veronesi fu uno dei primi a dare importanza alla qualità di vita dei pazienti oncologici, che oggi rappresenta uno dei parametri essenziali per valutare l'efficacia delle terapie. E fu uno dei primi - è il ricordo di Pinto - a occuparsi di prevenzione e corretti stili di vita, oggi considerati l'arma fondamentale nella lotta al cancro. Il suo contributo è stato decisivo, ci auguriamo di poter raccogliere il suo testimone per continuare le sue battaglie".
Infine un messaggio di cordoglio è giunto anche dal Milan. la società sportiva da sempre molto sensibile e partecipe alle iniziative dell'Airc. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]