Effetto post-Iene: le star contro il secondary ticketing. Vasco "rompe"

09 novembre 2016 ore 22:39, Orietta Giorgio

Le Iene colpiscono ancora. Con un servizio di Spagnolini, Viviani e De Vitiis, andato in onda martedì 8 novembre, le Iene chiariscono alcune dinamiche riguardanti il “secondary ticketing”(detto in altri termini si tratterebbe di una sorta di bagarinaggio dei biglietti on line).   


La testimonianza anonima di un'impiegata italiana di un operatore sul mercato secondario è alla base dello scoop delle Iene: la donna ha spiegato come la vendita diretta di biglietti da promoter a società operanti sul mercato secondario sia una modalità in uso da tempo. Durante il servizio viene citato il presunto legame commerciale tra la filiale italiana di Live Nation e la piattaforma di secondary ticketing Viagogo.


Tiziano Ferro, in merito, scrive sula sua pagina Facebook: 

"Vorrei concedermi alla rabbia e all’istinto del momento ma la verità è che non posso. La mia priorità sono le circa 150.000 persone che hanno già deciso di esserci durante il mio prossimo tour. Mi è stato assicurato e garantito che Live Nation non ha mai, oggi come in passato, immesso miei biglietti sul mercato secondario. Detto ciò prendo le dovute distanze da chi ha sbagliato, per loro ci saranno di certo conseguenze ma adesso ho solo una priorità: questo tour e i miei fan. Non possiamo fermarci, nonostante tutta la bruttezza che ci sta investendo".


Effetto post-Iene: le star contro il secondary ticketing. Vasco 'rompe'

Vasco Rossi "rompe momentaneamente" i rapporti commerciali con Live Nation. La Giamaica management, la società che si occupa dei contratti di Vasco Rossi, firma un post pubblicato sulla pagina facebook dell'artista nel quale spiega: 

"Dopo aver appreso dal servizio televisivo de Le Iene di un possibile coinvolgimento di Live Nation nella rivendita "secondaria" di biglietti per i concerti in Giamaica management comunica di avere attualmente sospeso ogni rapporto commerciale con Live Nation e si riserva di agire per vie legali essendo totalmente estranea a quanto emerso dal servizio giornalistico. Giamaica ritiene che l'attività di secondary ticketing, altamente speculativa, è da tempo riconosciuta come dannosa non solo per il pubblico ma anche per gli artisti che a loro insaputa e loro malgrado si ritrovano per errore coinvolti".


L’ufficio stampa di Live Nation Italia ha diramato un comunicato stampa per chiarire la propria posizione:

 “In riferimento al servizio andato in onda ieri sera 8 novembre all'interno del programma televisivo "Le Iene", Live Nation precisa e puntualizza che le affermazioni contenute nel servizio si riferivano unicamente a pochi Artisti internazionali e che nessuno degli Artisti italiani ha mai chiesto di assegnare biglietti dei loro spettacoli al mercato di vendita secondario. Ugualmente Live Nation garantisce di non aver spontaneamente immesso sul mercato secondario quantitativi di biglietti dei concerti di Tiziano Ferro, Giorgia e Marco Mengoni, attualmente in vendita”.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]