Scissione Pdl, bookmakers spaccati

09 ottobre 2013 ore 11:15, Francesca Siciliano
pdl-spaccato-400x215Sulla scissione del Pdl anche i bookmakers internazionali si spaccano. Nonostante il fatto che al momento la divisione tra falchi e colombe (ai quali si sono aggiunti negli ultimi giorni lealisti, governisti e mediatori – una “degenerazione” geneticamente modificata della precedente categoria ornitologica) sembra si sia congelata. E rinviata a data da destinarsi; probabilmente dopo il Congresso, semmai ci sarà. Ma gli scommettitori internazionali (inglesi soprattutto, ma anche italiani) ci inzuppano il pane e non si sono fatti scappare una così succulenta occasione per  scommetterci su. Sulla vicenda infatti, Agipronews - l'Agenzia di stampa giochi a pronostico e scommesse - ha fatto sapere che le quote sulla scissione sono particolarmente incerte: se la nascita di un nuovo gruppo autonomo (a guida Alfano?) secondo l'Agenzia è dato a 1,80, la conferma della stabilità del Pdl e del mantenimento dello status quo di tutti gli attori del partito viene data a poco di più (1,90). La separazione tra le due anime del partito (i moderati da un lato, i più “estremisti” dall'altro) secondo gli scommettitori sembra essere l'ipotesi più accreditata e realizzabile. Nonostante nelle ultime 24 ore i ministri pidiellini tra cui Betarice Lorenzin (quindi alfaniani in pectore) hanno fatto sapere di voler evitare la scissione (nonostante nel partito le due ali siano ben distinte), di voler “ritornare” sui propri passi rispetto a una settimana fa - quando la caduta del governo e del Pdl sembravano imminenti e improcrastinabili - e non essere minimamente intenzionati a lasciare né la “Casa” né il “Padre”.          
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]