Jobs Act, Giachetti “scomunica” i dissidenti Pd al Senato

09 ottobre 2014 ore 17:19, intelligo
Jobs Act, Giachetti “scomunica” i dissidenti Pd al Senato
Un conto è la scelta di Walter Tocci, un conto è la non partecipazione al voto di fiducia di tre senatori dem. Concetto di fondo: non votando la fiducia hanno messo a rischio la tenuta del governo. Conseguenza: “Dissidenti fuori dal Pd o siamo un partito ‘sciolto’ più che liquido”.
Noi ci gira troppo intorno Roberto Giachetti, vicepresidente della Camera e renziano doc, che come ha già fatto Guerini, vicesegretario del partito, manda a dire ai tre senatori dissidenti che con un’iniziativa del genere si mettono di fatto fuori dal partito. Diverso il ragionamento sul senatore Tocci: “Conosco Walter Tocci da tanti anni ed ero certo che anche in questa occasione avrebbe avuto modo, nella difficile situazione nella quale si è trovato ieri, di confermare la sua integrità e la sua moralità politica. Proprio per questo, nel mio piccolo, lavorerò affinché si realizzino le condizioni politiche per il superamento delle sue dimissioni”. Non così per gli altri tre colleghi: Mineo, Cassion e Ricchiuti. “Specularmente appare chiara invece la scelta di uscire dal Pd compiuta da parte di chi non ha votato la fiducia. Nei giorni scorsi è stato proposto un dibattito surreale sul partito 'liquido' per il presunto calo del tesseramento, non vorrei che ora se ne aprisse un altro ancora più surreale su questo tema”. Per il vicepresidente della Camera qui “non è in discussione la pur grave decisione di non votare secondo le decisioni assunte a maggioranza in direzione e nel gruppo al Senato. Qui si è scelto di non votare la fiducia mettendo a rischio la tenuta stessa del governo. Se non si prendesse atto, con una decisione formale, della fuoriuscita dal Pd di chi ha compiuto questa scelta il Pd diventerebbe un partito sciolto più che liquido, con la inaccettabile beffa che di fatto ne starebbe fuori chi lealmente ha anteposto l'interesse verso il governo e la nostra comunità politica, pur senza rinunciare alle proprie convinzioni, e ne resterebbe dentro chi si è messo contro l’uno e l’altra”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]