Via la figlia da asilo nido con assistente down. Ma "ha carte in regola"

09 ottobre 2015, Marta Moriconi
Via la figlia da asilo nido con assistente down. Ma 'ha carte in regola'
Per la madre di una bimba di 10 mesi sapere che l'assistente della piccola al nido era affetta dalla sindrome di down, deve essere stato un colpo. Alla notizia ha deciso di togliere la figlia. Questa è la notizia... che ha turbato la ragazza down che è corsa a casa agitata. Ma si tratta di un'esperta, sono 14 anni che lavora e ha 37 anni,  e ha avuto da un centro specializzato nell'inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down, il Cepim di Genova, l'approvazione al servizio.

Infatti la direttrice de La Nuova di Ferrara, che non ha potuto che prendere atto, si è tolta però qualche sassolino dalle scarpe avvertendo che l'assistente tornerà perché fidata: "La nostra ausiliaria ha tutte le carte in regola per svolgere il lavoro per cui è stata assegnata". E ancora: "La famiglia della 37enne down valuterà se chiedere i danni morali". "

Tutto è accaduto al terzo giorno di inserimento, il periodo in cui genitori e bimbi sono insieme per rendere dolce il passaggio. 
A quel punto, racconta la direttrice, "la signora mi ha telefonato alle 8 per chiedermi, con tono piuttosto alterato, perché non le avevo comunicato che nel nido lavorava, come mi ha detto la signora al telefono, 'quella ragazza lì', cosa di cui era invece al corrente".

In realtà la ragazza non è da sola, ma collabora con tre educatrici che pensano ai servizi standard per neonati da 0 anni fino a 3 anni. E cambiare un pannolino non è un'impresa.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]