Affetto da allergie gravissime: bimbo salvato da "lavaggio" del sangue

09 ottobre 2015, Adriano Scianca
Affetto da allergie gravissime: bimbo salvato da 'lavaggio' del sangue
Tornato alla normalità grazie a un “lavaggio” del sangue. È la storia di Michele, un bambino di 7 anni che ha ripreso ritmi di vita normali grazie a una nuova tecnica medica utilizzata all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, dopo che per anni aveva vissuto sostanzialmente da recluso. 

Michele è infatti affetto da una gravissima forma di allergia alimentare multipla associata ad asma, a causa della quale anche la minima esposizione a latte, uova, nocciole, pesce, frutta avrebbe potuto condurlo alla morte. Da qui la necessità di controllarlo a vista per evitare che accidentalmente entrasse in contatto con le sostanze per lui nocive. 

Il livello di immunoglobuline E nel sangue era talmente elevato da non poter assumere neanche il farmaco che tiene sotto controllo la malattia, a causa degli effetti collaterali che si manifestano se somministrato al di sopra di una determinata soglia di IgE. 

Ad agosto dello scorso anno la svolta, con il trattamento innovativo nella struttura romana: l'immunoadsorbimento IgE, una sorta di “lavaggio selettivo” del sangue effettuato con un macchinario in grado di eliminare dal sangue solo gli anticorpi che scatenano le allergie. Il procedimento si chiama plasmaferesi (in questo caso plasmaferesi selettiva) e consiste nel separare globuli rossi e plasma. 

Dopo il trattamento, Michele ha potuto finalmente iniziare una terapia farmacologica, i suoi valori sono nettamente migliorati, la sua asma è diminuita, la sua tolleranza ai cibi è decisamente più sostenibile. 

Il caso è stato descritto in un articolo appena pubblicato sulla rivista scientifica Pediatrics e sarà presentato nel corso del XXIV congresso mondiale della World Allergy Organization (WAC 2015) che si terrà a Seoul, in Corea del Sud, dal 14 al 17 ottobre.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]