Il corpo ha la "data di scadenza": l'uomo non supera i 125 anni

09 ottobre 2016 ore 23:59, Adriano Scianca
Se avete 124 anni forse è meglio che cominciate a rassegnarvi e a salutare i vostri cari: secondo uno studio americano, un essere umano non può vivere oltre i 125 anni. Anche se, teoricamente, è possibile superare persino tale soglia, ma esiste meno di una probabilità su 10.000. Lo rivela uno studio pubblicato su Nature, del Dipartimento di genetica dell’Albert Einstein College of Medicine di New York. 

Il corpo ha la 'data di scadenza': l'uomo non supera i 125 anni
Il modello matematico realizzato dal gruppo coordinato da Jan Vijg, sulla base delle informazioni contenute in banche dati come lo Human Mortality Database, ha dimostrato che l’età media di sopravvivenza è aumentata progressivamente, soprattutto nei paesi sviluppati, come Francia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti, che consentono migliori condizioni di vita, fino a stabilizzarsi intorno al 1980. La speranza di vita, tuttavia, diminuisce dopo i 100 anni. La francese Jeanne Calment, la donna più longeva mai conosciuta, è morta nel 1997 a 122 anni. 

Gli scienziati hanno ipotizzato che intorno a quell'età vi sia un limite fissato nei geni. Questo non vuol dire che i progressi della medicina non possano spingere la vita umana oltre tale soglia, ma tutto lascia pensare che, a quel punto, serva più di un semplice “aiutino”, dato che tutto l'impianto genetico del corpo umano sembrerebbe fatto per smettere di funzionare attorno ai 125 anni...

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]