Silvio. Il giorno del pre-giudizio. Ecco il timer delle prossime ore

09 settembre 2013 ore 10:58, Marta Moriconi
Silvio. Il giorno del pre-giudizio. Ecco il timer delle prossime ore
Oggi è il grande giorno. Neanche per sogno (o  incubo di Berlusconi).  
Dovrebbe, infatti, iniziare l’iter della discussione alla Giunta per le elezioni e immunità parlamentari del Senato sulla decadenza del Cav. da parlamentare. Ma la strada si fa in salita e il percorso impervio. LA GIORNATA. Oggi si stabilirà il calendario, ancora non fissato, anche perché al momento manca l’accordo all’ufficio di presidenza della giunta per le Immunità del Senato. La discussione sulla decadenza di Berlusconi dunque supererà i due giorni sicuramente. Alle 15, comunque, dovrebbero decidere su date e resto. E qui entrerà  in scena Andrea Augello, che nella sua relazione di oggi inserirà le memorie ad integrazione del dispositivo della sentenza Mediaset pervenuto a Palazzo Madama. IL PRECEDENTE. Va ricordato che di decadenza il Parlamento si è già occupato. La decisione relativa a Cesare Previti fu attesa per ben nove mesi, prima che ci fossero le sue dimissioni. DOPO LA RELAZIONE AUGELLO. I parlamentari potranno dibattere in giunta, e ad ognuno di loro sono concessi venti minuti con voto finale “pubblico”. A questo punto Augello potrà essere bocciato o promosso.  Se si tratterà del primo caso, Augello verrà sostituito e si procederà ad un’udienza pubblica dando la possibilità a Silvio Berlusconi di parteciparvi per  presentare la sua difesa prima della riunione in camera di consiglio. ANDREA AUGELLO AD INTELLIGONEWS AVEVA GIA’ DETTO. «Non strumentalizziamo ulteriormente tutta questa situazione… non credo che la data del 9 settembre verrà ricordata per motivi particolari se non per la presentazione di una relazione. La mia relazione sarà un approfondimento e un esame attento e minuzioso delle ragioni esposte dalla difesa del senatore (Berlusconi, ndr) e delle norme della legge Severino. Metteremo a confronto questi due aspetti e prenderemo una decisione. Non vedo in cosa potrei sorprendere qualcuno. Forse non presentandomi in commissione…». E SULLA LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO DI BERLUSCONI AVEVA AGGIUNTO: «Ancora non è arrivato nulla. Probabilmente, ha proseguito Augello, arriverà lunedì mattina e alle 9.15 ci sarà la discussione. Io al massimo potrò chiedere ai colleghi di ascoltarla e mi riserverò la possibilità di attuare una piccola integrazione (di qualche cartella magari rispetto alle 25-30 previste, ndr) qualora arrivasse il ricorso e fosse meritevole di un approfondimento o contenesse degli spunti che ci sono sfuggiti». CHI STA IN GIUNTA SENATO 23 senatori decisivi per il futuro di Berlusconi. All’“opposizione” di B.: Dario Stefàno di Sel, il dem Enrico Buemi, e poi Felice Casson, Isabella De Monte, Rosanna Filippin, Giuseppe Cucca, Claudio Moscardelli e Giorgio Pagliari, Doris Lo Moro, Stefania Pezzopane. A “difesa” di Silvio: Andrea Augello, Nicola D’Ascola, Mario Ferrara, Elisabetta Alberti Casellati, Giacomo Caliendo, Carlo Giovanardi. I grillini nell’occhio del ciclone: Vito Crimi, Maurizio Buccarella, Serenella Fuksia e Mario Giarrusso. Unico membro di Scelta civica, Benedetto Della Vedova, ex finiano pro decadenza. E poi la leghista Erika Stefani, più propensa a salvare il Cav.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]