Ancora un attacco terroristico in Egitto: il nostro corrispondente c'era. Ecco le foto.

09 settembre 2013 ore 13:33, intelligo
Ancora un attacco terroristico in Egitto: il nostro corrispondente c'era. Ecco le foto.
Un ultimo tassello di un'accelerazione terroristica iniziata dopo la defenestrazione di Moursi. I Fratelli Musulmani, infatti, sono passati dai fucili alle autobombe. È accaduto vicino al mio ufficio nella città di Nasr, un attacco intensivo vicino al Ministero degli interni che ha avuto il suo culmine proprio mentre passava la macchina del Ministro. Un egiziano è morto e 21 persone, tra poliziotti, cittadini e bambini, hanno subito amputazioni e ustioni. Alcuni sono in condizioni gravi, ma il ministro è stato messo in salvo. Una strategia che non si articola unicamente in violenza terroristica ma anche in propaganda mediatica. Da settimane infatti i Fratelli Musulmani “bombardano” i media, con frasi intimidatorie rivolte al nuovo Governo egiziano. Al Ministro della difesa: “Hai creato nuovi talebani e un nuova Al Qaada in Egitto, e tutti i sostenitori del presidente Moursi diventeranno martiri, distruggeranno te e daranno fuoco all'Egitto”. Ai cittadini egiziani: “Se il presidente Moursi non torna al potere ci sarà sangue e le autobombe verranno esplose con controlli a distanza”. Ehab William.
Ancora un attacco terroristico in Egitto: il nostro corrispondente c'era. Ecco le foto.
Ancora un attacco terroristico in Egitto: il nostro corrispondente c'era. Ecco le foto.
Ancora un attacco terroristico in Egitto: il nostro corrispondente c'era. Ecco le foto.
 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]