Attentato Bangkok, confessa il gancio: "Così ho passato lo zaino-bomba"

09 settembre 2015, intelligo
Il principale sospettato per l'attentato dello scorso 17 agosto al santuario Erawan di Bangkok ha detto di aver consegnato uno zainetto all'attentatore prima dell'esplosione. 

Attentato Bangkok, confessa il gancio: 'Così ho passato lo zaino-bomba'
Lo riferisce la polizia thailandese. Il sospettato per l'attentato ha detto alla polizia di essersi incontrato con l'attentatore all'esterno di una stazione ferroviaria e di avergli consegnato il pesante zainetto subito prima dell'esplosione della notte del 17 agosto, che ha causato 22 morti.

La scena dell'attentato, che ha causato oltre 100 feriti, è stata ricostruita davanti a una folla di giornalisti: protetto da un giubbotto antiproiettile e scortato da una moltitudine di agenti, Yusufu ha mostrato come abbandonò il luogo in mototaxi dopo la consegna degli esplosivi. 

Rimane ancora sconosciuta la nazionalità dell'uomo. Unica certezza è che con sé, al momento dell'arresto, aveva un passaporto cinese.

L'uomo era stato arrestato dalla polizia locale il primo settembre. Fino ad ora però non aveva mai ammesso il suo coinvolgimento nel sanguinoso attentato e non aveva collaborato con gli investigatori. Come riportano i giornali locali citando fonti di polizia thailandese, invece, nei giorni scorsi l'uomo ha cominciato ad ammettere le prime cose rivelando alcuni particolari dell'organizzazione dell'atto terroristico.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]