Turchia, arrestata la mente dell'attentato al mercato di Natale a Berlino

13 marzo 2017 ore 12:42, intelligo
Turchia, arrestata la mente dell'attentato al mercato di Natale a Berlino
L'hanno preso, è nelle mani dell'autorità ed è stato arrestato in Turchia, nella provincia occidentale di Izmir. Si tratta di un membro del sedicente Stato Islamico (Is) accusato di essere la mente dell'attentato del 19 dicembre contro i mercatini di Natale a Berlino
. Cittadino tedesco di origini giordane, identificato con le iniziali W.D., l'uomo era arrivato in Turchia illegalmente passando per la Grecia dopo l'attentato, costato la vita a 12 persone mentre altre 49 sono rimaste ferite. 
Secondo la polizia turca, W.D. è sospettato di aver dato l'ordine al militante di origini tunisine Anis Amir di condurre l'attacco. Amir è poi stato ucciso a Milano. Interrogato dalla polizia antiterrorismo di Izmir, W.D. ha negato tutte le accuse nei suoi confronti. La polizia sta ora cercando di individuare gli altri contatti presenti sul cellulare di Amir. L'attentato di Berlino è stato rivendicato dall'Is.

L'ATTENTATO E LA DINAMICA

Lukasz aveva iniziato, ignaro, il suo viaggio verso la morte quel venerdì mattina, era partito da Milano dietro il negozio Decathlon di viale Fulvio Testi, periferia verso Cinisello Balsamo, con il rimorchio pieno d’acciaio per la Thyssenkrupp. 
"Voleva rientrare a Reznowo entro giovedì — racconta Ariel Zurawski, suo cugino e socio—, per comprare i regali di Natale a sua moglie e a sua figlia". Secondo le indagini purtroppo è stato preso di mira dal terrorista che ha compiuto la strage e che lo avrebbe colpito più volte con un coltello per rubare il tir. Il camionista si sarebbe aggrappato al volante cercando di deviare il veicolo per impedirgli di schiantarsi sulle bancarelle. L'autista polacco del tir usato nell'attacco al mercatino di Natale di Berlino costato la vita a 12 persone, avrebbe lottato con l'attentatore per tentare di deviare il mezzo e sarebbe stato "ancora in vita, nella cabina, al momento in cui il camion ha investito la folla". 
Sul suo corpo sono state ritrovate "ferite da taglio" rivelava la Bild, citando fonti investigative . Sarebbe dunque stato ancora in vita, nella cabina, al momento in cui il mezzo ha investito la folla. Poi quando il tir si è fermato, l’attentatore lo avrebbe ucciso con un colpo di pistola e sarebbe scappato.

#berlino #attentato #Natale  #arrestato #mente #turchia
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...