Effetto Raggi, Pisano (5S): se Grillo segue Salvini "me ne andrò". Quasi out

14 giugno 2017 ore 10:32, intelligo
E' al centro delle polemiche Girolamo Pisano, deputato del MoVimento 5 Stelle, che ha lanciato una sorta di ultimatum a Grillo e ai suoi grillini, parlando con Annalisa Cuzzocrea di Repubblica. Dall'intervista emerge un netto no a Salvini, inseguito a parer suo per ora solo a livello di propaganda, dal Movimento. E ora? Si sa, il M5S ha regole precise: non si potrebbero rilasciare interviste senza il consenso dell'ufficio di comunicazione. a meno che non siano cambiate le cose, Pisano rischia la cacciata. E' l'effetto blog e Virginia Raggi sui migranti che hanno scatenato la bufera e ora tornare indietro sarà difficile. Anche perché le parole usate sono pesanti come macigni. 
Effetto Raggi, Pisano (5S): se Grillo segue Salvini 'me ne andrò'. Quasi out
Ecco l'intervista riproposta: 
Ha letto il blog, state inseguendo la Lega? 
«Finora sono solo chiacchiere, propaganda. Ma temo che presto si passerà all’azione, che le parole si trasformino in provvedimenti. E a quel punto io me ne andrò».
Lascerebbe il Movimento? 
«Magari arriveranno persone più docili di me. Qui si sta già pensando alle prossime politiche».
In che senso? 
«Tutto porta a pensare che si andrà con un sistema proporzionale. Se vuoi governare, ti devi alleare. Con chi? La risposta è quasi naturale, è chiaro da tempo che pensano a Salvini».
(...)
Di Maio ha detto al Fatto che la regola dei due mandati non si tocca. 
«Non penso sarà lui il candidato premier. È troppo inesperto. Le persone mi chiedono: “Possiamo dare il Paese a un ragazzino?”».
Pensa che sarà spinto a un passo indietro? 
«Ma che passi indietro, da noi arrivano solo i calci nel sedere. Se Grillo mette un Davigo, una personalità del genere, Di Maio che fa? Esegue».

REGOLE DI COMUNICAZIONE M5S: Beppe Grillo a gennaio aveva annunciato sul suo blog che da allora in poi i deputati, i senatori e i parlamentari europei del Movimento 5 Stelle non avrebbero più potuto fare alcuna comunicazione pubblica se non precedentemente concordata con lo staff che si occupa della comunicazione del M5S, formato dall’ex concorrente del Grande Fratello Rocco Casalino, Ilaria Loquenzi e Cristina Bellotti. Grillo specificava che con “comunicazione pubblica” si intendevano: «Partecipazioni a eventi, interviste alla tv, interviste ai giornali, post sui social network».
 Tutte le uscite comunicative dei portavoce (partecipazioni a eventi, interviste alla tv, interviste ai giornali, post sui social network riguardanti l’azione politica del MoVimento 5 Stelle e simili) devono essere concordate assieme a loro. Altrimenti si rischia di cadere nelle trappole giornalistiche o di danneggiare l’immagine del MoVimento 5 Stelle con uscite goffe e maldestre. E diremmo, che siamo proprio in questo caso. 

#grillo #m5s #pisano #salvini
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...