Usa e Gb, niente laptop in aereo: mistero intelligence, c'è dietro Al Qaeda

21 marzo 2017 ore 21:41, Adriano Scianca
Niente più laptop e tablet nella cabina passeggeri dei voli provenienti da vari Paesi del Medio Oriente e del Nordafrica. Usa e Gran Bretagna varano una nuova norma sulla sicurezza aerea, peraltro in maniera differente: Londra, a differenza di Washington, ha specificato le dimensioni massime egli apparecchi elettronici consentiti, 16 per 9,3 centimetri. 

Usa e Gb, niente laptop in aereo: mistero intelligence, c'è dietro Al Qaeda

ANCHE FRANCIA E CANADA
Un portavoce dell'agenzia per l'aviazione civile francese ha detto che anche la Francia sta studiando una misura simile, anche se nessuna decisione è stata presa. Anche il Canada starebbe valutando la possibilità di introdurre restrizioni simili.  "Stiamo valutando le informazioni che ci sono state fornite", ha detto a riguardo il ministro canadese dei Trasporti Marc Garneau, pur specificando che al momento "non ci sono ancora tempi precisi. Ma stiamo lavorando speditamente". Gli Usa applicheranno il bando a otto Paesi. Gli aeroporti interessati sono: Queen Alia International ad Amman, Giordania, Cairo International in Egitto, Ataturk a Istanbul, Turchia, King Abdulaziz International a Gedda, Arabia Saudita, King Khalid International a Riad, Arabia Saudita, Kuwait International, Mohammed V International a Casablanca, Marocco,  Hamad International a Doha, Qatar, Dubai e Abu Dhabi.Il divieto britannico si applica a tutti gli aeroporti di sei Paesi, Egitto, Giordania, Libano, Arabia Saudita, Tunisia e Turchia. 

NON E' IL MUSILM BAN
Da notare come, a differenza del cosiddetto “Muslim ban”, stavolta sono inseriti anche Paesi alleati degli Usa. La Gran Bretagna, dal canto suo, vieterà "telefoni, computer laptop o tablet più grandi di un telefono mobile o di uno smartphone di normali dimensioni" nelle cabine passeggeri dei voli diretti in arrivo dai Paesi citati. Le compagnie aeree degli Stati uniti hanno 96 ore di tempo a partire dalle otto del mattino italiane di oggi, per informare i viaggiatori. Ma da cosa deriva questa improvvisa stretta sugli apparecchi elettronici? Non sono arrivate spiegazioni, ma filtra l'ipotesi che si tratti di un provvedimento contro nuovi metodi usati dai terroristi per colpire gli aerei. Certamente la fretta con cui è stato varato il bando lascerebbe pensare a qualche rivelazione dell'intelligence su attacchi imminenti. 

INTELLIGENCE
E infatti il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer ha parlato di una decisione "necessaria e proporzionata alle minacce" date le informazioni di intelligence a disposizione, cioè di “un passo appropriato date le informazioni di intelligence". Il fatto che Gb, e poi forse Francia e Canada si stiano adeguando significa, peraltro, che la minaccia è reale. Non si tratterebbe, stavolta, di una “trumpata”, ma di un provvedimento preso sulla base di indicazioni precise da parte di fonti di intelligence non esclusivamente americane. Cnn ha citato una fonte Usa che afferma che il bando è relativo a una minaccia posta da Al Qaeda nella Penisola arabica.
#Usa #laptop #aereo
caricamento in corso...
caricamento in corso...