Manchester, fuga di notizie: Londra stoppa scambio con intelligence Usa

25 maggio 2017 ore 11:50, Stefano Ursi
Dopo l'attentato alla Manchester Arena e l'individuazione dell'attentatore nella persona di Salman Abedi, 22enne britannico di origine libica appena tornato da un viaggio nel Paese nordafricano in cui sono stati arrestati il padre e il fratello minore, è altissima tensione fra Gran Bretagna e Stati Uniti: la polizia inglese, infatti, per la prima volta dal 1946 allorché venne stretta l'alleanza fra servizi segreti denominata ''five eyes'', ha deciso di interrompere la condivisione delle informazioni con gli Stati Uniti. Lo ha reso noto la Bbc. L'oggetto dell'irritazione di Londra, a quanto pare, la pubblicazione sui media americani delle immagini dell'ordigno usato da Abedi e ritrovato sul luogo della strage.

Manchester, fuga di notizie: Londra stoppa scambio con intelligence Usa
LA DECISIONE - Una decisione, quella della polizia britannica, che segna un vero e proprio colpo di scena inatteso relativamente al rapporto decennale che si era instaurato dopo quella che venne ribattezzata la ''special relationship'' messa a punto da Winston Churchill e che portò alla creazione, come detto, dell'alleanza fra intelligence che comprende Usa, Gran Bretagna, Nuova Zelanda, Australia e Canada. E che dagli Usa viene coordinata in base all'accordo UKUSA, che prevede la condivisione di tutte le informazioni e materiali utili, in vigore come detto dal 1946. I media inglesi hanno fatto sapere che di questa faccenda parleranno, prossimamente, la premier britannica Theresa May e il presidente Usa Donald Trump.

La scelta di interrompere la condivisione delle informazioni, spiegano fonti vicine a Downing Street citate da Sky News, sarebbe stata presa in totale autonomia dalla polizia senza consultare in alcun modo le autorità governative britanniche, cosa possibile in virtù di una grande e totale autonomia di cui gode la polizia britannica in relazione a scelte operative di questo genere. Nel frattempo la premier Theresa May ha deciso, nelle ore successive all'attentato, di innalzare il livello di allerta terrorismo al grado più alto, da "grave " a "critico", il che sta a testimoniare, come la stessa May aveva detto nelle ore successive all'attentato, che un nuovo attacco potrebbe essere imminente. La polizia britannica, peraltro, ha fatto sapere di non ritenere che Abedi possa aver agito da solo e che potrebbe esserci una rete dietro alla sua azione; e intanto a Tripoli sono stati arrestati il fratello minore e il padre dell'attentatore.

#Manchester #Usa #Londra #informazioni #bomba
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...