Maria Elena Boschi al Cottolengo per i diritti dei più deboli con FOTO

05 giugno 2017 ore 13:43, intelligo
"Al Cottolengo per affermare i diritti dei più deboli. Grazie a volontari e operatori. Italia Paese di grandi persone: siamo al loro fianco": twitta così Maria Elena Boschi, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, con tanto di foto dei più bei momenti vissuti con queste persone in difficoltà. 
Stamane è andata in visita alla Piccola Casa della Divina Provvidenza accolta da alcuni ospiti disabili e da allievi della scuola. Boschi ha visitato la comunità delle anziane Santa Elisabetta, l’associazione Outsider e ha incontrato i ragazzi autistici che lavorano nellaChiccoCotto, legata alle attività di caffè e bevande. 
Maria Elena Boschi al Cottolengo per i diritti dei più deboli con FOTO
Nel teatro della Piccola Casa la sottosegretaria ha voluto fare un annuncio, come riporta La Stampa: «Oggi viene pubblicato un bando del dipartimento Pari Opportunità che mette tre milioni a disposizione per progetti di 12 mesi rivolti a start up o aziende che impieghino almeno 10 persone con disabilità in ambito artistico, culturale e sportivo. È un modo - ha spiegato Boschi - per cercare di seguire il percorso delle persone disabili favorendone l’inserimento lavorativo una volta finita la scuola. Questo è un progetto che rientra nelle attività che con il Governo stiamo portando avanti, un cantiere dei diritti e delle pari opportunità, perché siamo tutti cittadini e tutti abbiamo diritto alle stesse possibilità».

LA STORIA DEL COTTOLENGO: La Piccola casa della divina provvidenza, conosciuta anche con il nome di Cottolengo dal nome del suo fondatore san Giuseppe Benedetto Cottolengo, è un istituto di carità con sede principale nel quartiere Aurora a Torino. Nell'istituto vivono e lavoravano anche portatori di handicap fisici e mentali, anziani, ammalati in genere, minori orfani o comunque senza famiglia, tossicodipendenti, poveri senza fissa dimora e agli extracomunitari. In Italia le case di assistenza sono 35, con circa 1.700 assistiti.
Nella casa madre di Torino gli assistiti sono 420. Accanto alle strutture per disabili opera l'ospedale, che dispone di 203 posti letto. Tra suore operative e anziane a riposo vivono inoltre nella casa madre oltre 600 religiose. Nell'istituto operano 1.200 volontari dell'Associazione volontariato cottolenghino, che accoglie, in totale circa 2000 persone.
Nel resto d'Italia ci sono le sedi anche in altri comuni.
Il Cottolengo è presente anche all'estero con una quindicina di succursali in India, Kenya, Ecuador, Stati Uniti (Florida), Svizzera.

#boschi #cottolengo #foto
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...