Peculato, indagato Ingroia che si difende e attacca la stampa

07 marzo 2017 ore 17:12, Andrea De Angelis
Antonio Ingroia è indagato per peculato a Palermo. La notizia è di oggi ed è subito rimbalzata in rete, visto che Ingroia è un personaggio che notoriamente fa rumore, nel bene e nel male. Non è la prima volta che sui social l'hashtag #Ingroia diventa infatti virale. Ora l’ex magistrato, attualmente amministratore della società regionale Sicilia e-Servizi, è stato interrogato nella mattinata di martedì, con l’accusa di aver percepito indebitamente una serie di rimborsi per trasferte, proprio in qualità di amministratore. Sotto inchiesta è finita anche l’indennità di risultato che Ingroia si è liquidato, stando a quanto riporta Il Fatto Quotidiano

Peculato, indagato Ingroia che si difende e attacca la stampa
INGROIA SI DIFENDE
"In merito all’indagine della procura di Palermo sui miei compensi come amministratore di Sicilia e-Servizi, preciso che si tratta di una vicenda vecchia, che avevo già ampiamente chiarito a suo tempo in sede giornalistica, dal momento che a sollevare il caso fu un articolo del settimanale L'Espresso del febbraio 2015 in cui erano riportate cifre inesatte e notizie incomplete. Questa indagine mi consente comunque di sgomberare una volta e per tutte, anche in sede giudiziaria, il campo da ogni equivoco, sospetto e maldicenza su una storia totalmente infondata". Così Antonio Ingroia in una nota. 

NOTIZIA IN PASTO ALLA STAMPA
"In ogni caso – prosegue l’ex pm – ho fornito tutti i chiarimenti alla procura sulle leggi abrogate e sul fatto che ho sempre agito nel rispetto delle leggi, dello statuto di Sicilia e-Servizi e delle deliberazioni dell’assemblea dei soci. Restano lo stupore e l’amarezza per questa contestazione fondata su leggi non più in vigore già al tempo dei fatti e, in più, nel constatare che qualcuno ha dato in pasto alla stampa la notizia di questa indagine. Ma siccome sono certo del riserbo mantenuto dai magistrati – conclude Ingroia – sono certo che la procura di Palermo saprà agire con la stessa energia e saggezza dimostrata dalla procura di Roma dopo la fughe di notizie sull’inchiesta Consip, perché è stupefacente che la notizia sia stata data dalle agenzie di stampa solo pochi minuti dopo che io ho lasciato gli uffici della procura”.

#ingroia #peculato #giustizia





caricamento in corso...
caricamento in corso...