Focus pensioni, il calcolo del trattamento dal simulatore Inps

08 giugno 2017 ore 11:08, Luca Lippi
Riforma delle pensioni, le ultime novità: “Un lavoro sicuro per una pensione dignitosa per tutti” è il titolo di un convegno organizzato dalla Uil Molise e dalla Uilp. Romano Bellissima, segretario generale della Uilp, intervenuto all’evento, ha sottolineato: “Garantire il potere d’acquisto delle pensioni è un dovere costituzionale dello Stato, un dovere sociale verso le persone che hanno lavorato e versato i contributi”.
I temi affrontati nel corso del convegno hanno spaziato dalle problematiche del lavoro che manca, alla necessità di garantire pensioni future dignitose. Il problema della mancanza di lavoro accomuna i giovani, che non riescono ad entrare nel mondo produttivo oppure hanno carriere discontinue con conseguenti buchi contributivi, agli adulti, i quali, una volta fuoriusciti dal mondo del lavoro, sono privi di una adeguata protezione sociale e spesso sono molto lontani dalla pensione. “Occorre fare una scelta di politica economica”, ha concluso Bellissima, “che sia di vero sostegno allo sviluppo del Paese.” 
Focus pensioni, il calcolo del trattamento dal simulatore Inps
A tale proposito il coordinatore di Forza Italia Riccione, Andrea Dionigi Palazzi, ha rilanciato la proposta di Silvio Berlusconi di portare le pensioni minime a mille euro. Palazzi ha sottolineato come la proposta di Berlusconi non parta “dall’appartenenza politica”, e ha ribadito: “Mille euro a tutti quelli che oggi percepiscono pensioni al di sotto di questo limite. Non un ridicolo reddito di cittadinanza che livella al basso i talenti dei singoli, non una selettiva assistenza a chi professa il pensiero unico politicamente corretto ma pensioni minime a mille euro per tutti”.
La realtà e numeri però, da un lato offrono una parziale giustificazione agli sforzi sostenuti dall’Inps per mantenere in piedi il Sistema pensionistico, dall’altro tendono a cercare ogni mezzo per offrire dignità ai futuri pensionati che con il sistema contributivo e con la precarietà del lavoro rischiano di andare in pensione con 400 euro nonostante 40 anni di versamenti. Basta andare sul sito dell’Inps per capire quale sarà il futuro pensionistico di ciascuno di noi.

Come funziona il simulatore Inps per il calcolo pensione - Accedendo al simulatore Inps per il calcolo della pensione, l’utente può:
-verificare l’importo dei contributi versati;
-segnalare all’Inps eventuali periodi di contribuzione mancanti, attraverso l’apposito servizio di segnalazione contributiva;
-sapere quando maturerà il diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata;
-calcolare l’importo della pensione “a moneta costante”, cioè a prescindere dall’andamento dell’inflazione (ecco perché si tratta di un simulatore);
-ottenere una stima del rapporto fra la prima rata di pensione e l’ultimo stipendio (tasso di sostituzione).
Attraverso il servizio “La mia pensione”, l’utente può effettuare simulazioni differenti e confrontare scenari distinti, modificando la retribuzione percepita e la data del pensionamento, per verificare in che modo queste possono incidere sull’importo finale della futura pensione.
Il simulatore Inps per il calcolo della pensione è online dal 1 maggio 2015.

#Riforma #Pensioni #Novità #Inps #Simulatore
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...