Campari brinda al 2016: ricavi in crescita del 4,2%

28 febbraio 2017 ore 15:55, Andrea De Angelis
Un'azienda alimentare che è nota in ogni angolo del mondo per quanto riguarda in particolare le bevande analcoliche. Ed è una realtà tutta italiana. "Davide Campari - Milano S.p.A." è infatti una società italiana che opera nel settore alimentare ed è attiva oltre che nella produzione delle bevande analcoliche, anche nel settore delle bevande alcoliche dove è tra i leader mondiali. Il prodotto di punta della società è lo storico Campari. La società è quotata nell'indice FTSE MIB della Borsa di Milano, ed è proprio dei numeri dell'azienda che parleremo. Si tratta di dati sicuramente positivi, che confermano l'ottimo momento di forma, anche in seguito all'acquisizione nel 2016 di Grand Marnier.

Campari brinda al 2016: ricavi in crescita del 4,2%
NUMERI BUONI
Campari ha annunciato di aver chiuso il 2016 con un utile netto in calo del 5,2% a 166,3 milioni. Il dato rettificato mostra invece una crescita del 3% a 198,6 milioni. Sulla base dei risultati, così come riportato da La Repubblica, la società proporrà all'assemblea un dividendo di 0,045 euro per azione, invariato rispetto al dividendo del 2015 rettificato sulla base del frazionamento azionario proposto. Sul fronte delle vendite, campari ha mostrato un progresso del 4,2% a 1,7 miliardi (+4,7% la variazione organica), il margine operativo lordo si attesta a 372,1 milioni in miglioramento del 4,2% (+6,6% a 405,3 milioni il dato rettificato). In miglioramento anche l'ebit che fa segnare un +3,1% a 319,4 milioni (+6% a 352,5 milioni il valore rettificato).

L'ACQUISIZIONE DI GRAND MARNIER
Quasi un anno fa Campari annunciò l'acquisizione di Grand Marnier. 'Si tratta della nostra venticinquesima acquisizione e la maggiore, ha una rilevanza globale e avrà un bellissimo impatto sul nostro portafoglio, perché è un marchio iconico, con una grandissima forza soprattutto negli Usa'. Bob Kunze-Concewitz, ceo di Campari, illustrò così prospettive e retroscena dell'operazione che ha portato il gruppo italiano ad aggiungere al suo 'palmares' il Grand Marnier e a fare degli Stati Uniti il suo primo mercato. "Questa transazione si inserisce in modo ideale nella nostra strategia di crescita esterna sia in termini di profilo di brand, sia di struttura distributiva e finanziaria", aggiunse.

#campari #dati #borsa
caricamento in corso...
caricamento in corso...