AGCOM, recesso senza penale se operatore cambia ''unilateralmente'' tariffe

03 maggio 2017 ore 17:22, Stefano Ursi
AGCOM (Autorità Garante per le Comunicazioni) ha ribadito che il cliente non è tenuto a pagare alcuna penale per il recesso in caso di modifiche contrattuali unilaterali da parte degli operatori. Lo scrive Repubblica. Questa la tutela decisa dall'Autorità per salvaguardare gli utenti che si vedano destinatari di aumenti, rincari tariffari o modifiche contrattuale come detto unilaterali. L'unico obbligo in capo all'utente è quello, di saldare il dispositivo, in caso di attivazione di una promozione o di un piano che comprenda e preveda anche l’acquisto di uno smartphone, che si paga con un canone mensile. La ribadita tutela AGCOM arriva dopo che alcuni operatori di telefonia avevano deciso di modificare i propri piani tariffari, passando dal mese ai 28 giorni.

AGCOM, recesso senza penale se operatore cambia ''unilateralmente'' tariffe
Cosa che potrebbe a breve avvenire anche per i provider di rete internet, su cui si parla da tempo di possibile passaggio ai 28 giorni: in questo senso AGCOM ha però già fatto sapere che per Adsl, fibra e linea fissa non sarà possibile modificare a 28 giorni ma che la fatturazione deve rimanere al canonico mese. E che chi ha nel frattempo effettuato la modifica ha 90 giorni per tornare al regime mensile. Entro la fine del mese di Giugno 2017, dunque, si dovrebbe ritornare alla tariffazione su canone mensile, a meno che una disposizione del TAR del Lazio non decreti l’ammissibilità della modifica. Una notizia da sapere e tenere a mente per gli utenti e gli utilizzatori dei servizi, che ora hanno una tutela in più nel sempre più caotico e ingarbugliato sistema degli operatori mobile, fisso e linea internet.

#agcom #operatori #penali #operatori #recesso
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...