Corea del Nord, Trump blocca viaggi da Usa. Spunta un sottomarino

21 luglio 2017 ore 15:36, Giuseppe Tetto

Gli Stati Uniti hanno deciso di proibire ai propri cittadini di effettuare viaggi in Nord Corea. “Si prevede che il divieto entrerà in vigore entro 30 giorni dal 27 luglio. Dopo il periodo di tolleranza di 30 giorni, qualsiasi cittadino statunitense che viaggia in Corea del Nord avrà il passaporto invalidato dal proprio governo”, così comunicano la Koryo Tours, tour operator con base a Pechino che organizza viaggi a Pyongyang e dintorni, e l’agenzia Young Pioneers Tour col quale viaggiò lo studente americano Otto Warmbier, morto a giugno dopo aver trascorso 15 anni in un carcere nordcoreano.


Corea del Nord, Trump blocca viaggi da Usa. Spunta un sottomarino
IL SOTTOMARINO DI KIM Uno stop da parte del presidente Trump che arriva in contemporanea, e forse in conseguenza, all’annuncio di nuovi test missilistici da parte di Pyongyang. L’unico sottomarino con missili balistici da 67 metri classe Sinpo/ Gorae della Corea del Nord, è infatti da 48 ore in navigazione in acque internazionali, le cui attività sono state definite dal Pentagono “insolite”.

La possibilità di un’escalation militare sta diventando sempre più concreta, come sottolinea anche la Cnn mentre il sottomarino del dittatore Kim Jong-un ha già percorso oltre cento chilometri nel Mare del Giappone.

Sia Stati Uniti e Corea del Sud hanno leggermente innalzato il livello di allerta, con l’intelligence americana che rimane in costante monitoraggio della situazione. Secondo alcune indiscrezioni ci sarebbe almeno un sottomarino d’attacco a propulsione nucleare classe Los Angeles in pattugliamento ombra per studiare le mosse nordcoreane.


PERICOLO NUCLEARE Perché adesso il rischio è davvero serio, visto che a differenza delle precedenti attività sottomarine, il mezzo di Pyongyang continua ad allontanarsi dalle coste del paese. Come è noto, sotto la dittatura di Kim, gli scienziati hanno incrementato i siti dedicati ai test, un modo per rendere più difficile la missione dell’intelligence nemica e per dimostrare i progressi fatti. Gli analisti sono preoccupati, soprattutto perché l’economia del Nord continua a crescere, cosa che permette la moltiplicazione di esperimenti e test.

Ad oggi Pyongyang dovrebbe possedere circa 70 sottomarini di diverse dimensioni. Se riuscissero ad arrivare alla progettazione di armi nucleari, si creerebbero nuovi e pericolosi scenari. Tale tecnologia bypassa il sistema THAAD nella penisola coreana, a causa del suo raggio di intercettazione di 120 °. Un sottomarino, concettualmente, potrebbe lanciare il suo carico da qualsiasi direzione, rendendo vana anche la copertura Patriot in Giappone. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...