Trump choc: ''Rafforzare arsenale nucleare'', poi la frenata

23 dicembre 2016 ore 12:01, intelligo
di Stefano Ursi

Una frase, al tempo dei social, basta a scatenare un vespaio di ipotesi e ricostruzioni. E quella che il prossimo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha twittato ieri a margine dell'incontro con gli 007 sulla sicurezza nazionale, non fa eccezione: "Gli Usa devono rafforzare ed espandere notevolmente la propria capacità nucleare fino a quando il mondo non riprenderà coscienza per quanto riguarda il nucleare". Le reazioni, specialmente sulla rete, non sono mancate a queste parole e in molti ne hanno dato un'interpretazione che si avvicina a quella di una ripresa della corsa agli armamenti; come prevedibile i commenti hanno travalicato i confini americani, viaggiando sul web e sui social e dallo staff di Trump è arrivata una frenata o correzione parziale delle sue parole.

Trump choc: ''Rafforzare arsenale nucleare'', poi la frenata
Nelle ore successive al tweet e al montare delle reazioni, è il portavoce del tycoon, Jason Miller, che ad Nbc ha spiegato come le parole fossero riferite ''alla minaccia di una proliferazione nucleare e al bisogno fondamentale di prevenirla, in particolare fra le organizzazioni terroristiche e i Paesi instabili e Stati canaglia''. Ma la polemica non accenna a fermarsi, visto che in moltissimi hanno incrociato le parole di Trump con quelle del presidente russo Putin, che poche ore prima aveva parlato di una rinforzare, nell'anno che verrà, le forze nucleari russe contro un eventuale attacco, rafforzandone il potenziale militare strategico.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...