Putin incontra Le Pen dopo giallo del finanziamento: "Non interferisco"

24 marzo 2017 ore 13:27, Andrea De Angelis
Le Pen, che non ha nascosto la propria ammirazione per Putin, sta visitando la Russia su invito di Leonid Slutsky, capo della commissione Affari esteri della Camera, come riferito dalla agenzie di stampa russe. La tv pubblica russa ha mostrato le immagini di Putin mentre dice a Le Pen che a Mosca vige il diritto di incontrare qualsiasi politico francese. Un passaggio questo che è rimbalzato sui media francesi, quasi a voler dire che tra i due ci sarà pure una doverosa prassi istituzionale, ma anche dell'altro. Non è infatti un mistero la simpatia che il presidente russo prova nei confronti della candidata francese, nonché il dispiacere che lo stesso avrebbe provato (il condizionale è d'obbligo, anzi prassi) quando la stessa ottenne un risultato deludente alle elezioni regionali. Adesso però c'è la partita decisiva, quella per l'Eliseo

Putin incontra Le Pen dopo giallo del finanziamento: 'Non interferisco'
PUTIN NON VUOLE INTERFERIRE
In occasione dell'incontro con la candidata alle Presidenziali francesi Marine Le Pen al Cremlino, il presidente russo Vladimir Putin ha detto che Mosca non ha alcuna intenzione di interferire con le elezioni francesi. Una frase forse non attesa, ma di certo non lo era neanche quella contraria. Delle due, insomma, la più probabile era questa visto che l'opzione di un sostegno esplicito a Le Pen era davvero remota. Sullo sfondo poi resta sempre la questione delle elezioni americane, dove la parola "interferenze" è tornata prepotentemente e più volte sulla stampa. Non solo quella americana. 

IL GIALLO DEL FINANZIAMENTO
Nel 2014 numerosi testate internazionali hanno scritto di un finanziamento russo per le elezioni regionali francesi. In Italia, ad esempio, ne parlò anche il Corriere, scrivendo di un finanziamento pari a 30 o 40 milioni di euro. Si parlò ovviamente di prestito, smentito così come altri possibili finanziamenti poi dal partito francese. Di certo le difficoltà di finanziare le campagne elettorali sono note a tutte e, soprattutto in Francia, si discusse molto della bontà di quell'operazione che poi, considerando anche le relative smentite, assunse i contorni di un giallo


caricamento in corso...
caricamento in corso...