Il Portogallo va a fuoco, la statale 236 come l'inferno: morte 61 persone [VIDEO]

19 giugno 2017 ore 11:24, Micaela Del Monte
Un inferno di fuoco è quello che sta flagellando il Portogallo in queste ore dove da diversi giorni sta bruciando la zona boschiva di Pedrogao Grande. Il bilancio è tragico: almeno 61 morti, tra cui 4 bambini, e 50 feriti. Rodrigo, 4 anni, è la prima vittima identificata. Oltre al piccolo Rodrigo, tra le vittime identificate c'è anche la piccola Bianca, anche lei di 4 anni che tentava di fuggire dalle fiamme con la nonna, e altri due bambini minori di 8 anni. Sono 47 le persone che hanno perso la vita in macchina, come Rodrigo. Trenta carbonizzate sulla statale 236 ribattezzata “la strada della morte”, dove le auto di chi cercava di fuggire dalle fiamme sono rimaste incolonnate in una trappola di fuoco. 

Circa 700 vigili del fuoco, supportati da circa 80 auto-idranti, stanno lavorando per contenere le fiamme che si muovono su quattro fronti, ma non sono riusciti a impedire che si propagassero nel villaggio di Figueiró dos Vinhos. Sono attesi in zona due Canadair spagnoli. I forti venti che interessano la zona hanno reso difficile il lavoro ai vigili del fuoco. Pedrogao Grande ha una superficie di 128 chilometri quadrati, in cui vivono circa 4.000 abitanti, principalmente impiegati nei settori dell'agricoltura e della produzione tessile.

"È la più grande tragedia provocata da incendi boschivi che abbiamo avuto negli ultimi anni", ha detto il primo ministro portoghese. Costa ha confermato che secondo le prime ricostruzioni si ritiene che l'incendio sia stato provocato da un fulmine. 


caricamento in corso...
caricamento in corso...