United si scusa 4 volte per passeggero trascinato e perde quota in Borsa [VIDEO]

13 aprile 2017 ore 12:15, Luca Lippi
L’amministratore delegato della compagnia aerea americana, Oscar Munoz, ha definito "veramente terribile" quello che è accaduto a bordo di un volo in partenza dall’aeroporto di Chicago, con un passeggero portato via a forza dall’aereo per ovviare a un problema di “overbooking”. La dichiarazione arriva con molto ritardo, oltretutto viziata da un calcolo di opportunità che trasforma la presa di posizione della compagnia come un atto estremo per salvare la faccia più che scusarsi con la vittima.
Erano stati venduti più biglietti di quanti fossero i posti disponibili, dunque la compagnia ha prima cercato passeggeri che volontariamente accettassero di scendere e partire con il volo successivo, quindi ha selezionato alcune persone a caso. Tra questi c’era l’uomo protagonista del video, che ha dichiarato di essere un medico che doveva visitare alcuni pazienti a Louisville (destinazione del volo) e che per questo ha rifiutato di lasciare il suo posto. 
United si scusa 4 volte per passeggero trascinato e perde quota in Borsa [VIDEO]
È a quel punto che alcuni dipendenti della compagnia aerea lo hanno trascinato fuori di peso. Munoz ha promesso un’inchiesta completa da completarsi entro il 30 aprile “per aggiustare quel che è rotto ed evitare che episodi del genere possano ripetersi”; l’Ad di United ha aggiunto checi assumiamo tutte le responsabilità, in futuro ci comporteremo meglio”.
Le scuse, arrivate ben due giorni dopo i fatti, sono il terzo tentativo della United di calmare l’ira scatenata da questo “incidente”: nella prima dichiarazione a commento dell’accaduto, Munoz si era scusato per avere dovuto “risistemare i passeggeri fatti scendere” con le buone o con le cattive; era successivamente passato a giustificare il comportamento del personale United, descrivendo il passeggero portato via a forza come “belligerante e uno che creava problemi”. 
Non era servito, con la compagnia presa di mira sui social network e a rischio boicottaggio. Che queste nuove scuse stanno cercando di evitare.
Ma non solo, United Airlines arriva a perdere fino a 800 milioni in borsa dopo la violenza a bordo che è, ovviamente, diventata la peggiore pubblicità per una compagnia aerea. A mercati chiusi, il titolo si è fermato a meno 0,81%. 




#UnitedAirlines #overbooking #Scuse
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...