Parigi, l'intervista al fratello di Salah: "Un ragazzo normale"

17 novembre 2015 ore 10:00, Lorenzo Ursica
«Mio fratello è cresciuto qui, ha studiato qui ed è un ragazzo normale». Ha parlato così di suo fratello Salah Abdeslam, al momento l'uomo più ricercato d'Europa per il suo ruolo negli attentati di Parigi, Mohamed Abdeslam, arrestato a sua volta sabato mattina nel quartiere periferico di Bruxelles Molenbeek. Mohamed, fratello anche di Ibrahim, che si è fatto esplodere in uno degli attacchi in boulevard Voltaire, è stato rilasciato lunedì. Ma chi è Salah Abdeslam?
E’ considerato la “mente”operativa che si è occupata della logistica insieme “all’artificiere” catturato dalle forze di polizia. L’uomo, considerato affiliato all’Isis e possibile foreign fighter, è stato segnalato all’Interpol e a tutti i ministeri degli Interni europei. In queste ore la polizia ha diramato un identikit “dell’ottavo uomo” del gruppo di fuoco nel tentativo di trovare testimoni in grado di fornire notizie su Abdeslam Salah, belga, nato il 15 settembre del 1989, alto 1 metro e 75 centimetri, occhi marroni. “Se si hanno informazioni utili per localizzarlo, telefonare subito al numero indicato”, scrivono gli investigatori nel loro alert. In particolare, la polizia raccomanda di non intervenire per contro proprio qualora ci si imbattesse nell’uomo ritenuto altamente pericoloso. La caccia al terrorista in un primo tempo ha concentrato le ricerche in Belgio ma l’ipotesi in queste ore sembrerebbe caduta, tanto che gli investigatori non ecludono che il terrorista possa essere fuggito verso un altro dei Paesi confinanti con la Francia e tra questi i paesi segnalati come possibile via di fuga, ci sono l’Italia, la Spagna e la Germania. 
LuBi

caricamento in corso...
caricamento in corso...