Va in vacanza e rimane incinta, ma l’appello su Facebook è solo pubblicità

02 settembre 2015, Lorenzo Ursica
In vacanza in Australia, una giovane francese incontra in un pub in un ragazzo che le fa perdere la testa proprio nell'ultima notte di ferie. 

Tornata a Parigi, dopo sei settimane scopre di essere incinta ma non riesce a contattare il padre del suo futuro figlio. E così gira un video per ritrovarlo e lo posta sulla sua pagina Facebook e su Youtube. La storia commovente, però, è un falso, una trovata pubblicitaria per lanciare Mooloolaba, una località turistica della Sunshine Coast. 

La ragazza, che nel video dice di chiamarsi Natalie Amyot, in realtà è un’attrice e il racconto è stato inventato da Andy Sellar, responsabile di una compagnia di pubblicità virali su internet. 

L’appello, che è diventato virale e è stato trasmesso anche dalle tv australiane, ha ricevuto molti commenti su internet.


 
caricamento in corso...
caricamento in corso...