C'è vita su Luna Europa: la prova Nasa su geyser - VIDEO

27 settembre 2016 ore 11:10, Lucia Bigozzi
Non solo Marte, ora anche la luna di Giove. La parola-chiave è: acqua. Partiamo dal fondo: la Nasa ha scoperto alcuni pennacchi, tipo grandissimi geyser, dai quali fuoriesce vapore acqueo. E’ stato possibile grazie “all’occhio” telematico di Hubble, il telescopio che ha permesso agli scienziati americani di aggiungere un tassello importantissimo per la conoscenza dei grandi misteri dello spazio. E che la scoperta sia di portata storica, lo fanno intendere gli stessi studiosi convinti del fatto che la presenza di acqua sulla luna di Giove (Europa), potrebbe aver originato le condizioni per lo sviluppo della vita. Non solo: la Nasa afferma che anche su un’altra luna di Giove – Enceladus – ci sarebbe addirittura un mare. Paul Hertz, direttore della divisioni di Astrofisica della Nasa, ha spiegato che “l’evento aumenta le speranze che l’acqua e altri materiali contenuti dall’oceano di Europa potrebbero essere sulla superficie e darebbe così a noi la possibilità di atterrare e di studiarli senza perforare il ghiaccio per diversi chilometri”. Va anche ricordato che la presenza di acqua e di ossigeno su un pianeta accresce le probabilità dell’esistenza di vita anche se sono gli stessi ricercatori a ritenere che su Europa (la luna di Giove) non esiste la possibilità di individuare forme di vita intelligenti, bensì alcune forma di microorganismi.

[image:left[ Da Giove a Marte. Risale al 2015 la clamorosa scoperta che di fatto, ha dato una risposta all’interrogativo che per intere generazioni ha accompagnato l’umanità: c’è vita sul Pianeta rosso?  La risposta l’ha data Lujendra Ojha, del Georgia Insitute of Technology di Atlanta (Usa) che con il suo studio pubblicato su Nature Geoscience ha permesso alla Nasa di dare il grande annuncio al mondo: c’è acqua su Marte. In sostanza, lo scienziato americano ha messo a punto una metodo per studiare la composizione chimica di un singolo pixel delle immagini che sono state catturate su Marte dalle strumentazioni orbitali altamente tecnologiche e sofisticate messe a punto dalla Nasa per la “missione” storica. Uno studio e una metodologia che hanno reso possibile osservare nelle lingue di sabbia rilevate c’è acqua salata. 

Ecco il video della clamorosa scoperta:





autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...