Addio a Marta Marzotto, il VIDEO più recente

29 luglio 2016 ore 10:55, intelligo
Da mondina, come la madre, a modella e musa. Questa era stata la scalata di Marta Marzotto. Figlia di un casellante delle ferrovie e di una mondina appunto, aveva cominciato a lavorare da giovanissima nelle risaie, poi era diventata apprendista sarta e in seguito come modella presso la sartoria delle sorelle Aguzzi, di Milano. Proprio nell'ambiente della moda, all'inizio degli anni cinquanta, conosce il conte Umberto Marzotto, vicentino di Valdagno, comproprietario con altri fratelli dell'omonima industria tessile. 

Il loro matrimonio risale al 1954 e dalla loro unione nascono cinque figli: Paola, Annalisa, Vittorio Emanuele, Maria Diamante e Matteo. Anche dopo il divorzio continua ad usare il cognome dell'ex marito. Dalla fine degli anni sessanta è la figura femminile dominante nella pittura e nella vita privata di Renato Guttuso. Quest'ultimo, dopo averla conosciuta nel salotto dei Marchi a Milano, la rappresenta in molte opere, ad esempio nella serie delle Cartoline, un insieme di 37 disegni e tecniche miste (pubblicate dalla casa editrice Archinto nel volume Le Cartoline di Renato Guttuso).

La stilista si è spenta stamattina a Milano, aveva 86 anni. A darne notizia la nipote Beatrice Borromeo, con un tweet di addio alla amata nonna. "Ciao nonita mia", ha scritto pubblicando una foto. Marta Marzotto era malata da tempo. Già da diversi giorni era ricoverata nella clinica La Madonnina, dove è morta. Eccola qui in uno delle sue ultime apparizioni: 




autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...