Sembrava un attacco terroristico, era un flash mob: urla e feriti in Spagna - VIDEO

03 agosto 2016 ore 15:26, Micaela Del Monte
Doveva essere solo un flash mob estivo, un modo per divertirsi in compagnia e perché no avere un attimo di gloria. Invece quello organizzato da un gruppo di turisti tedeschi in viaggio a Platja d’Aro, sulla Costa Brava, in Spagna, è finito per diventare virale per altri motivi. Il gruppo infatti non aveva fatto i conti con l'aria di paura che regna in Europa per il rischio attentati quindi hanno finito per generare panico tra i presenti e un fuggi fuggi generale che è costato alcuni contusi e feriti leggeri. 

L'idea, lanciata da un gruppo di giovani tedeschi online e raccolta da circa 200 persone, prevedeva di simulare di sera su lungomare della città balneare una caccia di "paparazzi" a una celebrità, gridando, correndo e agitando paletti per i selfie e macchine fotografiche.

La scena ha generato il panico tra l'ignara gente che passeggiava o era seduta ai tavolini di ristoranti e bar della località turistica e che hanno scambiato telecamere e aste per i selfie in armi. Ne è seguito il panico tra la gente che ha rovesciato sedie, tavoli e travolto alcune persone. Due di queste, con precedenti cardiaci, hanno avuto malori e sono state portate in ospedale mentre altri sono stati trattati per contusioni e shock. Dopo aver riportato la calma e ascoltato alcune testimonianze, la polizia ha arrestato cinque tedeschi responsabili dell'organizzazione del flash mob, che sono stati portati in caserma e denunciati per reati concernenti l'ordine pubblico. Il presidente regionale Carles Puigdemont ha segnalato sui social media che "scherzi come questi non sono ammissibili".

caricamento in corso...
caricamento in corso...