Puntura di vaccino e bimbo sviene, per parenti è morto: delirio al Pta

13 settembre 2017 ore 10:25, Americo Mascarucci
"Oddio, un bimbo è morto dopo aver effettuato la vaccinazione". Peccato che il piccolo in realtà fosse soltanto svenuto, ma è bastato questo per scatenare la psicosi da vaccini. Nel momento in cui l’Italia è letteralmente spaccata fra vaccinisti e anti-vaccinisti, fra chi difende l’obbligo vaccinale voluto dal Governo per l’iscrizione dei bambini alle scuole e chi ritiene che si tratti di un sopruso foriero di pericolosi rischi per la salute, basta poco per scatenare il panico e le inevitabili polemiche. Come in questo caso appunto, dando per morto un bambino in realtà soltanto svenuto.
Puntura di vaccino e bimbo sviene, per parenti è morto: delirio al Pta

IL CASO
Un bambino di sei anni è svenuto poco dopo l'inoculazione del vaccino e in breve tempo nel quartiere in cui abita si è sparsa la falsa voce che fosse morto. E' accaduto nel Pta di Librino-San Giorgio. Il piccolo si era presentato nel poliambulatorio di San Giorgio accompagnato dalla mamma per l'inoculazione di un vaccino tetravalente. Pochi minuti dopo, mentre ancora si trovava nella saletta attigua per monitorare eventuali conseguenze, il piccolo è svenuto. "Ha avuto una una momentanea perdita di conoscenza - precisano dall'Asp di Catania - una reazione che si definisce vagale e che puo' accadere". Il bimbo è stato, per cautela, trasferito in un posto di Primo intervento sempre a San Giorgio e si è ripreso senza altre conseguenze. 
L’equivoco sarebbe nato in seguito alle urla disperate della madre che vedendo il bimbo cadere a terra svenuto avrebbe iniziato a gridare "è morto, è morto". E così in poco tempo anche gli altri genitori presenti nella struttura per far vaccinare i propri figli avrebbero iniziato a riportare la voce che il bimbo fosse morto. Una telefonata a casa, ad un parente o ad un amico ed ecco che ben presto anche nel quartiere si è cominciato a dare per certa la notizia della morte del piccolo per colpa del vaccino. 
Il bimbo come detto si è ripreso e sta bene ma la vicenda senza ombra di dubbio sta a dimostrare come l’obbligo vaccinale imposto per l’iscrizione dei bambini nelle scuole e i timori sui possibili effetti collaterali sollevati da più parti, abbiano ormai creato una psicosi incontrollabile. 

#vaccini #psicosi #bimbo

caricamento in corso...
caricamento in corso...