Anziano striscia a terra in VIDEO con femore rotto. Bufala e polemiche

04 agosto 2017 ore 10:23, Americo Mascarucci
Uomo si getta a terra nell'ospedale San Luca di Vallo della Lucania e striscia sul pavimento per protestare contro la mancata operazione per quello che lui riteneva un femore rotto. A darne notizia è stato il consigliere regionale campano dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della commissione Sanità, che ha pubblicato sul suo profilo Facebook il video dove si vede l'anziano reclamare disperato di essere portato in sala operatoria. L'uomo è sceso dal letto si è gettato a terra e si è messo a striasciare per terra invocando quell'operazione che a suo dire i medici non volevano fargli.
Anziano striscia a terra in VIDEO con femore rotto. Bufala e polemiche

LA DENUNCIA
Secondo quanto riferisce il consigliere verde l'anziano avrebbe dovuto essere operato per una frattura al femore e sarebbe rimasto in attesa dell'intervento per una settimana a causa della mancanza di personale. Essendoci medici e infermieri in numero minore rispetto a quanto richiesto dalla struttura, gli interventi programmati sarebbero costretti a passare in secondo piano se si presentano urgenze. Situazione che si sarebbe verificata proprio con l'anziano paziente. Ma l'Azienda sanitaria dell'ospedale smentisce

LA REPLICA DELL'ASL
Con un comunicato l'Azienda sanitaria ha smentito la ricostruzione dei fatti fornendo questa versione: "Il paziente in questione è stato ricoverato alle ore 03.34 del giorno 31/07/2017, nella Uoc di ortopedia e traumatologia dal pronto soccorso, con diagnosi di ingresso «coxalgia acuta dx da coxartrosi ribelle al trattamento. Il paziente dichiarava di essersi volontariamente disteso a terra in quanto ritenendo, arbitrariamente, di dover essere sottoposto a trattamento chirurgico urgente di protesizzazione di anca, non veniva preparato per l'intervento. Pertanto il medico provvedeva a rassicurarlo rispetto al fatto che non abbisognava di alcun intervento chirurgico in quanto si trattava di sciatalgia destra. Il paziente avuta contezza precisa della sua condizione di salute si è tranquillizzato rimettendosi a letto. Lo stesso paziente - conclude il comunicato - è quindi stato dimesso in data 02/08/2017 con diagnosi di lombosciatalgia destra".
Una tempesta in un bicchier d'acqua dunque? Parrebbe di sì al punto che i sindacati del personale ospedaliero hanno attaccato Bonetti per aver diffuso notizie allarmanti senza averle prima verificate. Particolarmente duro il segretario alle politiche sanitarie della Uil, Biagio Tomasco, che ha definito il gesto del consigliere regionale un gesto "incauto, avventato, sprovveduto e intempestivo, considerato che le notizie diffuse non erano state neanche verificate". 
Sono seguite richieste di dimissioni di Bonetti "perché nella sua qualità di componente della Commissione Sanità della Regione Campania avrebbe dovuto verificare ed eventualmente disinnescare un accadimento che al contrario ha enfatizzato, nella sua infondatezza, e che tanto danno ha causato ad una struttura che tra enormi difficoltà sta continuando ad erogare prestazioni di qualità".

#protesta #anziano #femorerotto





caricamento in corso...
caricamento in corso...