Donne dell'Est, Crepet: "Da maschio e psicologo mi dissocio. E' sindrome dell'omino di provincia"

20 marzo 2017 ore 14:02, Americo Mascarucci
Divampano le polemiche contro la Rai per i contenuti del programma "Parliamone Sabato" condotto da Paola Perego dove sono stati elencati i sei motivi per cui un uomo dovrebbe scegliere una donna dell'Est. Le donne dell'Est si è detto vanno preferite alle occidentali perché: sono tutte mamme, ma dopo aver partorito recuperano un fisico marmoreo; sono sempre sexy, niente tute né pigiamoni; perdonano il tradimento; sono disposte a far comandare il loro uomo; sono casalinghe perfette e fin da piccole imparano i lavori di casa; non frignano, non si appiccicano e non mettono il broncio.
Fra gli indignati c'è anche lo psichiatra Paolo Crepet intervistato da Intelligonews.

Professor Crepet, ha letto i sei buoni motivi per cui gli uomini dovrebbero preferire le donne dell'Est? Lei non è un sessuologo, però da psichiatra che idea si è fatto?

"Purtroppo ho letto, e stento a credere che sulla Rai sia andata in scena una cosa del genere. Io so che esistono i maschi idioti, i maschi ottocenteschi, i maschi falso machisti, tutte categorie di maschietti di quart'ordine. Leggere quella lista e sapere che ci sono uomini pronti a comprare al mercato quel tipo di merce mi fa orrore. Non perché si tratta di donne dell'Est o dell'Ovest ma perché siamo di fronte ad un'idea barbarica della donna. Io da maschio, prima ancora che da psicologo, mi dissocio".
Donne dell'Est, Crepet: 'Da maschio e psicologo mi dissocio. E' sindrome dell'omino di provincia'

Cosa le ha dato più fastidio di quanto riportato in quella lista?

"Quando l'ho letta mi sono venuti i brividi perché quella lista è un'offesa alle donne, alla loro bellezza, alla loro intelligenza. Una donna è bella perché libera, non perché fa la sguattera in reggicalze. Siamo proprio all'omino da gommista".

Ma c' è da parte delle donne dell'Est la capacità di piacere di più agli uomini? Le donne occidentali hanno perso punti?

"Non esiste una guerra fra donne dell'Est e donne occidentali. C'è un lungo viaggio che le donne hanno fatto per essere libere e per non dover sottostare ai voleri del maschietto. Questa cosa qui ci porta indietro di 50 anni. Non è vero poi che le donne dell'Est sono così. Io ne ho conosciute tante, e fra queste ho incontrato ingegneri, matematici, fisici ecc. Che caspita raccontano alla televisione! Poi prima di parlare di maschi, facciano attenzione. Non tutti i maschi sono uguali. Io rifiuto l'etichetta da omino di provincia che deve fare il fedigrafo ma poi deve avere la moglie in mutande che l'aspetta a casa".

Ma l'uomo ha o no il diritto di scegliersi una donna che più risponde alle sue attese, e dire ciò che vuole da una donna?

"L'uomo ha diritto di fare tutto ciò che vuole, ma lo stesso diritto lo ha pure la donna. Io capisco che vi possano essere donne senza stima di se che possano pensare di dover fare le schiave a quel tipo di uomo descritto in trasmissione. Ma poi quando questa donna non avrà più trent'anni e non risponderà più al modello inseguito, cosa farà l'uomo? Ne andrà a cercare un'altra? Trovo sconcertante che la Rai possa mandare in onda certe cose, quella stessa Rai guidata da una donna. La presidente Maggioni intervenga e chiuda quel programma".

In conclusione, c'è in psichiatria un termine per spiegare tutto questo?

"Non serve la psichiatria per dire che un maschio che pensa a quella tabellina con grande ardore, è un maschio molto, ma proprio molto, sfigato"  
caricamento in corso...
caricamento in corso...