Mihajlovic: "Per salvare il Milan non basterà Ibra", figuriamoci il miracolo di Balotelli...

01 aprile 2016 ore 16:17, Micaela Del Monte
Mario Balotelli è tornato. Non a giocare ma a parlare e l'ha fatto (attraverso il suo agente) dichiarando il suo amore al Milan. La ‘Gazzetta dello Sport‘ ha rivelato ciò che SuperMario avrebbe confidato a Mino Raiola“Nelle ultime otto partite darò tutto per convincere il Milan a riscattarmi e conquistarmi un posto per l’Europeo”. 

Promessa questa che Balotelli più volte non ha mantenuto, anzi, al contrario la parabola di Balotelli è decisamente discendente. Dalla sua cessione al Manchester City infatti l'attaccante rossonero è praticamente sparito, un po' per colpa degli infortuni un po' per sua colpa. E lo stesso Raiola ne è consapevole: “Dal punto di vista comportamentale, per la prima volta da quando ho iniziato a seguirlo, non posso dire nulla a Mario. Anzi, a volte sarei tentato di dirgli di combinarne una delle sue. Dal punto di vista calcistico, è evidente che, dopo la pubalgia, non è ancora riuscito ad ingranare. Gli servirebbe una scossa, e sono sicuro che ci sarà. In questo momento è importante che Balotelli torni a sorridere in campo come lo fa già in privato”.

Anche il tecnico rossonero, Sinisa Mihajlovic, si è accodato alle parole di Raiola nella conferenza stampa di rito: “Balotelli quest’anno si è sempre comportato da dieci. Certamente, però, deve fare qualcosa in più in campo, ma questo lo sa anche lui e ne parliamo spesso. Sono sicuro che ci riuscirà“. Mihajlovic ha poi aggiunto un dettaglio riguardo al futuro del club rossonero, che anche quest'anno ha mancato l'appuntamento con l'Europa. Un occasione persa che peserà sicuramente non solo sul bilancio ma sugli acquisti del prossimo anno. Non è un caso quindi che il tecnico rossonero abbia nominato Ibrahimovic, un sogno per il club di Berlusconi che però potrebbe non fare la differenza. "Sarebbe bello allenare un giocatore come Zlatan - ha spiegato il serbo - a tutti piacerebbe lavorare con grandi giocatori così. Non so però se possa bastare lui per vincere lo scudetto, di sicuro sotto il profilo tecnico e caratteriale è da considerare come un attaccante fantastico".

Certo, se al Milan non potrà bastare Ibra figuriamoci un miracolo di Mario Balotelli...
caricamento in corso...
caricamento in corso...