Dopo Roma, tocca a Milano e Napoli: blocco del traffico drastico e sanzioni

01 febbraio 2016 ore 11:34, Americo Mascarucci
Mancanza di pioggia e impianti di riscaldamento a pieno regime.
Dopo i dati record di fine anno, l'allarme smog torna a preoccupare le principali città italiane costrette ad attuare le misure anti smog previste in questi casi.
Così oggi a Milano sarà blocco del traffico. Entreranno in vigore le misure redatte nel protocollo che prevede un blocco totale della circolazione qualora la soglia dei PM10, per dieci giorni di seguito, vada oltre quella indicata.
Dalle 8,30 dal mattino alle 18 di sera non potranno circolare tutte le auto a diesel Euro 3 senza fap dei privati mentre dalle 7,30 alle dieci il divieto interesserà i veicoli commerciali. 
Ma non è tutto, a Milano ci dovrà anche essere una diminuzione del riscaldamento di un grado da 20 a 19 con una riduzione dell’accensione degli impianti di due ore, dodici anziché quattordici. Naturalmente chi sarà beccata a trasgredire i divieti sarà punito con le relative sanzioni. Agli esercizi commerciali è stato inoltre chiesto di non fare eccessivo ricorso ai dispositivi che permettono di tenere aperte le porte di accesso ai locali.

Dopo Roma, tocca a Milano e Napoli: blocco del traffico drastico e sanzioni
L’allarme smog torna a preoccupare le principali città italiane. Milano e Napoli hanno varato misure di blocco del traffico per far rientrare i valori dell’inquinamento entro i limiti di legge, mentre a Roma, dopo lo stop alla circolazione di domenica, non sono previste le targhe alterne per lunedì e martedì, perché i parametri sono tornati sotto controllo. Tra le altre città in cui i livelli di smog hanno superato la soglia di guardia e le amministrazioni comunali hanno preso provvedimenti sul traffico rientrano anche Varese e Trieste. 
Anche Napoli prova nuovamente a prendere misure anti smog con un’ordinanza del Comune. La circolazione dovrebbe essere limitata per addirittura 6 giorni, dall’1 al 6 febbraio. Le fasce orarie previste per il blocco saranno dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.30. Potranno circolare le Euro 4 e successive, i veicoli elettrici, quelli a Gpl e a metano, i taxi, i mezzi pubblici e quelli delle forze dell’ordine, di soccorso e per il trasporto dei disabili. Derogati anche le auto di proprietà con a bordo persone non residenti nella regione Campania.
Modena invece ha già dato ieri con una domenica ecologica straordinaria. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...