Il Milan "si accontenta" di Mati Fernandez, ma chi gioca a centrocampo?

01 settembre 2016 ore 10:10, Andrea De Angelis
A Firenze ancora si chiedono perché sia stato venduto. A Milano, forse, si domandano perché sia stato comprato. Sia chiaro, il giocatore è forte, vivace, sicuramente interessante. Si è messo in mostra, soprattutto due anni fa nel capoluogo toscano. Numeri importanti, non ancora da campione, ma il potenziale c'è. 

Eppure al Milan probabilmente sarebbe servito più un incontrista, un centrocampista che l'ennesima ala. Un giocatore meno offensivo, capace di coprire le scorribande dei vari Niang, Bonaventura, Honda e Suso. Invece no, si è scelto ancora di puntare su un elemento dalle caratteristiche simili ad altri compagni di reparto. 
La scelta di Mati Fernàndez sembra l'abbia fatta Montella in persona. Lui lo conosce bene, lo ha lanciato in quel di Firenze e probabilmente gli darà spazio e fiducia anche all'ombra della Madonnina. Ma al posto di chi? 
I rossoneri hanno strappato il centrocampista cileno al Cagliari, trovando con la Fiorentina un accordo per un prestito oneroso (500mila euro) con diritto di riscatto fissato attorno ai 3 milioni. Resta da capire se il giocatore avrà più spazio al Milan che in Sardegna, dove per lui il posto da titolare era assicurato. 

Il Milan 'si accontenta' di Mati Fernandez, ma chi gioca a centrocampo?
Dieci anni fa, al Colo-Colo, fu eletto giocatore sudamericano dell'anno. Per lui poi esperienza in Spagna (Villareal) e Portogallo (Sporting Lisbona) prima dell'arrivo alla Fiorentina dove ha collezionato 88 presenze realizzando 8 reti. 
Occorrerà capire dunque come e quanto giocherà il cileno (di madre argentina) voluto da Montella. Laddove venisse provato come interno, a fargli spazio potrebbe essere Bertolacci, i cui infortuni stanno condizionando in modo grave la sua avventura in rossonero iniziato appena un anno fa. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...