Quelle maledette polpette per cani

10 gennaio 2014 ore 16:57, intelligo
di Micaela Del Monte.
Quelle maledette polpette per cani
A Milano l'odio per i cani diventa sempre più profondo e insensato.
Qualcuno, ormai da un po' di tempo, si aggira per i giardinetti della città e lascia tra i prati bocconcini e croccantini avvelenati. Così è scattato l'allarme nel capoluogo lombardo, perché nelle ultime settimane sono state tante le segnalazioni di padroni che hanno visto il proprio cane soffrire o morire dopo aver ingerito polpettine riempite o imbevute di topicida. Alcuni cani sono stati salvati in extremis perché grazie al dubbio dei padroni. Pancetta in mezzo ai cespugli? Ma quella pancetta aveva già fatto tre vittime in quello stesso giardino. Tre cani uccisi negli ultimi mesi. E altre "esche" simili cariche di odio scoperte in altri giardini della città. Sempre negli ultimi tempi. I bocconcini sono stati trovati in diverse zone della città. Tutte lontane tra loro: da piazzale Libia a viale San Gimignano, a via Savona fino invia Bisceglie per spingersi fuori fino a Corsico. Alcuni giardinetti sono stati chiusi dai vigili per paura che il fenomeno si ripeta. Per questo l'associazione che si batte per la salvaguardia degli animali ha istituito una taglia di 500o€ per chiunque avesse notizie sul responsabile di quest'inutile follia. Questa è un'orrenda moda, un fenomeno ormai dilagante che nel 2013 ha contato ben 14mila esemplari avvelenati solo nel nostro Paese.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...