Allarme a Milano, la stazione "un Cara con profughi malati"

11 giugno 2015, intelligo
Allarme a Milano, la stazione 'un Cara con profughi malati'
“Emergenza Centrale”. C’è chi l’ha ribattezzata così la situazione alla stazione di Milano con centinaia di profughi che soggiornano nell’androne “con scarsissima assistenza sanitaria e con la probabile presenza di scabbia in crescita esponenziale”, segnala la Croce Rosa che proprio stamani insieme all’azienda regionale per l’emergenza-urgenza opererà nel presidio sanitario mobile.

In Centrale stanno arrivando centinaia di migranti come segnala l’assessore regionale alla Salute Mantovani che “bivaccano all’interno della stazione e sul piazzale, anche con la segnalazione di crescenti casi di scabbia”.

Già, torna l’allarme scabbia. Dall'inizio del 2015 l’Asl ha rilevato cinquecento casi di scabbia fra i migranti ospiti dei centri d'accoglienza comunali e ministeriali. Nel solo mese di giugno sono stati già 108 i profughi che hanno contratto la malattia. Numeri che fanno impressione e aumentano la percezione di allarme sociale tra i cittadini. 

Per questo Mantovani ha insistito per allestire almeno il presidio sanitario mobile dopo i reiterati appelli che l’assessore regionale dice di aver rivolto al Comune di Milano. Di qui la decisione di istituire un presidio sanitario fisso della Asl alla Centrale: sarà collocato al binario 21 con la presenza di medici che entreranno in servizio proprio oggi e che si occuperanno di eseguire i primi accertamenti sui migranti che scendono dai treni.

L’assessore Mantovani non usa giri di parole: “Non ci sono mai stati così tanti casi di scabbia negli ultimi decenni, si tratta solo di persone che arrivano a Milano coi treni dopo essere stati sbarcati al sud. Avvieremo un monitoraggio da subito in tutte le strutture della Lombardia che in questo momento stanno accogliendo i profughi”. Mantovano dice che occorre evitare allarmismi ma con altrettanta chiarezza aggiunge che bisogna “evitare che la diffusione di questa patologia aumenti ulteriormente”. 

LuBi


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...