Tutti per Silvio: pidiellini in marcia contro i giudici

11 marzo 2013 ore 15:37, Alessandra Mori
Tutti per Silvio: pidiellini in marcia contro i giudici
Tutti davanti al Tribunale di Milano per manifestare solidarietà al capo. Sono in movimento da stamane i pidiellini, più decisi che mai. Prima all’Unione di Commercio e poi fin dentro il Tribunale. Capeggia la protesa il segretario Angelino Alfano.
Segue Maurizio Gasparri, Michela Brambilla, Renato Brunetta. E Domenico Scilipoti. Per una volta gli hanno disobbedito. Tutti compatti a fare scudo al loro Silvio. Ora è tempo di stringersi intorno a lui e mobilitare la piazza. Da giorni il Pdl è appeso al destino del proprio leader, malato in ospedale per un’eveite. aggravatasi e «perseguitato » dalla magistratura che non gli dà tregua. Riassume bene lo spirito della “rivolta” Maria Stella Gelmini: «Per una volta abbiamo disobbedito a Berlusconi. Dopo le notizie di stamane abbiamo deciso di manifestare il nostro disappunto per porre un argine all'utilizzo improprio del sistema giudiziario ». Ed eccoli posizionati di fronte all’aula dove deve ricominciare il processo sul caso Ruby che vede imputato Silvio Berlusconi per concussione e prostituzione minorile. In marcia allora, mentre Alfano si appella al capo dello Stato. «Abbiamo un interlocutore di cui ci fidiamo e a cui ci affidiamo che è il Presidente della Repubblica che è anche Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura ». E per ora lasciano il Palazzo di Giustizia, mentre si rincorrono le dichiarazioni di solidarietà a Silvio. Così, mentre il segretario lascia il Tribunale e va in ospedale a trovare il capo, il presidente dell'associazione nazionale magistrati Rodolfo Sabelli risponde da Sky tg24: «Il fine della magistatura non è politico, la legittimazione della magistratura non si fonda sul consenso, ma sulla sua professionalità e credibilità che derivano dal rispetto della legge. Non credo che vi sia alcuna accelerazione su Silvio Berlsconi, stiamo parlando di procedimenti che sono in diverse fasi».    
caricamento in corso...
caricamento in corso...