Milano si prepara all'Expo 2015... con questa lista di ritardi per le infrastrutture

12 febbraio 2014, intelligo
di Gianfranco Librandi.
Milano si prepara all'Expo 2015... con questa lista di ritardi per le infrastrutture
La "data di scadenza" è settembre 2014, ma stando a quanto si apprende  in questi giorni sembra che il termine sarà impossibile da rispettare.
Questo perché molte delle promesse fatte, riguardanti le nuove infrastrutture per l'Expo del 2015, non sono ancora iniziate ed è dunque impossibile che possano essere terminate in soli 7 mesi. Strade, autostrade, metropolitane, treni e metrotramvie, molto di quello che si era detto verrà tradito.  Tra problemi economici, ricorsi al Tar, proteste del territorio, progetti rivisti i progetti sono stati affossati e solo alcuni potranno essere recuperati in extremis. Adesso è arrivata l’ultima chiamata: qualche strada attacca ora con i cantieri; per altre infrastrutture il tempo è già scaduto; per tutti gli altri collegamenti, la data di consegna è pericolosamente diventata aprile 2015. Metropolitane: per il secondo tratto della M5 (da Garibaldi a San Siro), il Comune conferma l’obiettivo: inaugurare cinque fermate su nove per Expo, il resto a ottobre 2015. È la M4, ormai, la grande assente. Anche la speranza di riuscire a centrare il risultato minimo è sfumato.
Milano si prepara all'Expo 2015... con questa lista di ritardi per le infrastrutture
Manca solo l’ufficialità, ma neanche le due fermate attese (Linate e Forlanini Fs) saranno pronte in tempo. Si risolverà con bus navetta. Ecco le opere ancora in standby che tarderanno ad arrivare o che non arriveranno affatto. Strade. Il capitolo più critico è quello della Rho-Monza, ritenuta indispensabile. A pesare maggiormente sono state le barricate dei Comuni dell’hinterland. Uno dei lotti partirà a marzo. Per gli altri due spezzoni, quelli più contestati, si sono cercate a lungo alternative meno impattanti: idee troppo costose o lunghe da realizzare. La corsa è disperata. Un iter travagliato è stato anche quello della Zara-Expo. Autostrade. Dei tre giganti d’asfalto, è la Pedemontana quella più indietro e per Expo sarà finito solo il primo spezzone: 15 chilometri da Cassano Magnago a Lomazzo. Treni e Metrotramvie. Per il potenziamento della ferrovia RhoGallarate, ormai, non c’è più tempo: tutto rimandato. Sono “resuscitati”, invece, i binari tra il terminal 1 e 2 di Malpensa. Fra le metrotranvie la più in bilico è la MilanoLimbiate, che potrebbe essere “stralciata”, recuperando risorse per coprire i 60 milioni che la Provincia non verserà a Expo spa.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...