Stranieri migliori degli italiani a scuola, Milano docet e i bamboccioni tremano

12 luglio 2013 ore 14:11, intelligo
di Micaela Del Monte.
Stranieri migliori degli italiani a scuola, Milano docet e i bamboccioni tremano
Stranieri migliori degli italiani. Così almeno a scuola.
La seconda generazione di immigrati infatti spesso ha voti più alti: "Molti di loro hanno una cultura dello studio superiore a quella dei ragazzi italiani, perché le famiglie inculcano un senso del dovere più profondo" dichiara Giovanni Gaglio, dirigente dell'Agnesi. Tra gli studenti italiani la percentuale di bocciati (2,2) supera in maniera abbastanza netta quella degli "stranieri" (1,8). Sono più motivati, lavorano di più e prendono la scuola più seriamente utilizzando i risultati raggiunti come riscatto nei confronti dei sacrifici affrontati dai genitori immigrati. Dal canto loro i genitori, se pur non conoscono la lingua, si interessano ai risultati dei figli, li incoraggiano e hanno un grande rispetto per gli insegnanti. Li considerano delle guide e non vengono contestati sempre come accade tra le famiglie italiane. Milano è una delle città che ha riscontrato maggiormente questo fenomeno, non a caso la Lombardia è la regione ad avere il numero più alto in assoluto di alunni stranieri con 151.899 unità. Dunque, visto l'impegno della “seconda generazione” a scuola, c'è da aspettarsi che questo si verifichi anche più avanti nel lavoro (com'è già in parte). Dato potrebbe considerarsi preoccupante vista la condizione della disoccupazione giovanile in Italia. È ovvio che per trovare lavoro bisogna cercarlo, e per raggiungere risultati bisogna perseverare, ma chissà che la competizione non sia uno stimolo in più per i giovani italiani.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...