Il ritorno "sexy" dei Depeche Mode con Spirit. Le 3 date italiane del tour

12 ottobre 2016 ore 9:30, Andrea Barcariol
Ritorno in grande stile per i Depeche Mode. Per loro un nuovo disco e un nuovo tour. L'annuncio è arrivato dal gruppo al Teatro dell'Arte della Triennale di Milano, dopo le indiscrezioni trapelate già nei giorni scorsi. Il nuovo lavoro è ancora avvolto dal mistero, i Depeche Mode si sono limitati a definirlo «molto sexy» senza rivelare di più riguardo l’atmosfera dei brani, anche perché «è ancora in fase di lavorazione, per cui molte cose potrebbero cambiare», ha sottolineato Dave Gahan: «Ci abbiamo lavorato per due anni tra Santa Barbara e New York con la produzione di James Ford», l'uomo che sta dietro gli ultimi dischi di Mumford & Sons e Florence + The Machine. «Ha un suono incredibile - ha spiegato il cantante - ne siamo orgogliosi». L’unico pezzo fatto sentire in anteprima (Where’s Revolution”) ha scatenato l’entusiasmo dei fan, ammessi alla presentazione assieme alla stampa.

Il ritorno 'sexy' dei Depeche Mode con Spirit. Le 3 date italiane del tour
Il nuovo album dal titolo Spirit uscirà a inizio primavera 2017. Subito dopo la band tornerà anche a esibirsi dal vivo con il Global Spirit Tour, le cui date europee sono state annunciate oggi: il tour in partenza il 5 maggio toccherà 21 paesi in 32 date e passerà dall'Italia per 3 concerti, il 25 giugno allo Stadio Olimpico di Roma, il 27 giugno allo Stadio San Siro di Milano e il 29 giugno allo Stadio Dall'Ara di Bologna. Intanto i Depeche Mode stanno lavorando al video, con la partnership consolidata con il regista e fotografo olandese Anton Corbijn che prosegue: «Ci troveremo con Anton a novembre e gireremo con lui anche un video», rivela Gore. Sulla setlist su cui saranno strutturate le esibizioni live del «Global Spirit Tour», bocche cucite: «Abbiamo voglia di sperimentare, inserendo le canzoni del nuovo disco e vedendo quali dei classici ci si sposano meglio».
I Depeche Mode, nati nel 1980, hanno venduto oltre 100 milioni di dischi venduti, realizzando tredici dischi. La nota rivista musicale britannica Q li ha definiti "la band elettronica più popolare e longeva che il mondo abbia mai conosciuto" e Rolling Stone "la quintessenza della musica elettronica degli anni 80".


 
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...