Calciomercato, il Milan cambia tutto: 10 giocatori (Vazquez compreso) per vincere

13 aprile 2016 ore 8:10, Andrea De Angelis
Doveva essere l'anno del rilancio, della rivincita. Dopo che Milano era riuscita a finire sotto gli occhi del mondo per l'Expo (e, come sempre, per la moda), ora doveva tornare anche sul palcoscenico del grande calcio. Come minimo nell'Europa che conta. Invece non solo il Milan è fuori dalla lotta per il terzo posto, ma rischia di non andare neanche in Europa League. Anche per questo si è deciso di mandare via Mihajlovic, ma pochi (tifosi compresi) credono che sia la soluzione. 

Il punto è sempre lo stesso: non basta Romagnoli per rafforzare una difesa da sempre, almeno negli ultimi cinque, sei anni, vero tallone d'Achille del diavolo rossonero. Non basta Bertolacci per compattare un centrocampo dove sono tante le prime donne e poco il gioco di squadra. E non è sufficiente neanche il solo Bacca per risolvere i problemi realizzativi dell'attacco. Quest'ultima affermazione è talmente vera che a sorpresa, visto che stiamo parlando del capocannoniere della squadra, tra gli addii potrebbe esserci anche quello di Bacca, uno che la palla la butta dentro eccome, ma la cui astinenza dal goal è uno dei motivi della crisi recente. Nonché dell'esonero dell'allenatore che ha sempre creduto in lui, uno dei pochi titolari inamovibili (anche più di chi, come Bertolacci, in estate è costato parecchi milioni di euro). Uno che ha fatto 14 goal, gli stessi di Icardi e Dybala, tirando un solo calcio di rigore. Insomma, Higuain a parte stiamo parlando di un attaccante tra i migliori del campionato. 
Calciomercato, il Milan cambia tutto: 10 giocatori (Vazquez compreso) per vincere
Il punto, infatti, non sarebbe il suo rendimento (anche se c'è chi vocifera come abbia fatto saltare i nervi la sua prestazione contro la Juventus a più di un nome pesante...) ma il valore. In estate furono spesi tanti soldi per prenderlo, gli stessi che ora qualcuno all'estero sarebbe disposto a mettere sul piatto per avere il trentenne colombiano in rosa. Al primo posto, come noto, il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti, suo estimatore da tempo. Ma anche in Inghilterra le pretendenti non mancano. 

Ai tifosi rossoneri una domanda sorge spontanea: chi al suo posto? Con Niang ai box (e comunque più esterno che centravanti puro), Balotelli smarrito e Menez da recuperare serve un nome pesante. Così si parla di Zaza, uno dalla media goal spaventosa se rapportata ai minuti giocati, ma anche di Pavoletti che prima dell'infortunio aveva incantato al Genoa. L'idea è di ripartire da un italiano, possibilmente un Nazionale. Ma non si disdegnano altre soluzioni, anche all'estero (Lezcano). E occhio all'idea Jovetic che con Mancini sembra proprio non trovare spazio. 
Sono tanti, tantissimi i nomi anche per gli altri reparti. Ma su tutti spicca quello di Vazquez. Berlusconi pur di avere il trequartista che a Palermo incantò mezza Europa insieme a Dybala sarebbe disposto a fare grandi sacrifici. Anche per battere la concorrenza di altre squadre e dimostrare in questo modo che sì, il Milan ancora conta. Dal canto suo il giocatore sarebbe disposto ad andare a Milano rinunciando alla Champions League, magari per conquistarla proprio in rossonero tra un anno...
caricamento in corso...
caricamento in corso...