Don Mazzi pronto ad ospitare Corona nella sua comunità

13 gennaio 2015 ore 15:42, intelligo
«Perché Fabrizio Corona è ancora in prigione? Perché? È puro accanimento. Ma di che cosa stiamo parlando? Di un ragazzo che ha fatto qualche fotografia ed è fuggito a bordo di una Fiat 500 in Portogallo? Suvvia. Se non lo liberano, se non gli consentiranno di accedere a misure alternative al carcere, se non avrò la possibilità di ospitarlo nella mia comunità, racconteremo una triste storia della giustizia italiana».    

corona 1

  Così, sul numero di «Chi» in edicola mercoledì 14 gennaio Don Antonio Mazzi, fondatore della comunità Exodus, svela (come riporta Corriere.it) un retroscena del percorso giudiziario di Fabrizio Corona, che sta scontando una pena di 9 anni e 8 mesi nel carcere di Opera.
Fabrizio Corona ha chiesto la grazia, firmando una lettera indirizzata al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Si tratta di una grazia «parziale»: l’ex fotografo dei vip, in carcere da quasi due anni, chiede che sia rimosso dal cumulo di condanne che sta scontando il reato legato all’estorsione aggravata ai danni del calciatore David Trezeguet. È appunto questo il «reato ostativo», per il quale Corona è stato definito «soggetto pericoloso» e in base al quale deve rimanere in carcere.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...