Alla Scala come allo stadio, è bagarre per la "Gazza": loggione vs galleria

14 aprile 2017 ore 13:48, Andrea Barcariol
Bagarre tra il pubblico ieri sera alla Scala al termine della prima della 'Gazza Ladra' di Gioacchino Rossini, con la firma di Gabriele Salvatores e la bacchetta di Riccardo Chailly. Un paio di spettatori del loggione alla fine della celebre ouverture, hanno manifestato tutto il loro dissenso con sonori "buuuu!". A essere contestata l'interpretazione che aveva dato il maestro Chailly. Una scena non gradita dal resto del pubblico che ha apprezzato lo spettacolo e la chiave di lettura fornita da Salvatores, oltre alle voci e l'orchestra, reagendo con gli applausi e con grida censura contro i contestatori: "Basta!", "Non se ne può più", "Statevene a casa!". Anche molti critici in sala non hanno ben compreso i motivi di contestazione di uno spettacolo che hanno definito "di alto livello".

Alla Scala come allo stadio, è bagarre per la 'Gazza': loggione vs galleria
L'invenzione di Salvatores è stata quella di dare alla 'Gazza' proprio il ruolo del titolo e di rappresentarla sulla scena attraverso un'acrobata con calzamaglia bianca e ali neren stile Cirque du soleil. Alla chiusura del sipario è stata proprio la Gazza, impersonata dall'acrobata Francesca Alberti, a chiamare e accompagnare al proscenio i diversi interpreti che hanno ricevuto una pioggia di applausi.
Per Salvatores, che nel 1991 ha vinto l'Oscar con Mediterraneo, è la prima regia di un'opera lirica alla Scala. Queste le sue parole alla presentazione. "La immagino come un'acrobata: sta sempre sul palcoscenico, zampetta, resta appollaiata sulla graticcia, muove le scenografie, e a tratti riempie anche verticalmente lo spazio librandosi in aria. Ovviamente sarà una signorina, e la sto cercando nell'ambiente del nouveau cirque e degli artisti di strada. Non dite però che ambiento l'opera sotto uno chapiteau. La mia gazza è una sorta di deus ex machina che muove le fila della storia".

#gazza #salvatores #scala


caricamento in corso...
caricamento in corso...