Milano, clochard precipita dal "Palazzo della morte": incidente o tragedia annunciata?

14 marzo 2016 ore 12:11, Americo Mascarucci
Una tragedia annunciata che, come tutti riconoscono, poteva essere evitata. E' avvenuta a Milano zona Porta Romana vicino al centro
Si, perché il luogo della tragedia da tempo è abbandonato all'incuria e al degrado e tante volte, troppe, erano stati richiesti interventi per metterlo in sicurezza. 
Si tratta di un vecchio edificio tra via Lattanzio e via Pietro Colletta costruito a metà, fermo da anni a causa di contenziosi legali. Un uomo di 40 anni è precipitato nel cortile dello stabile cadendo da una finestra. Si tratterebbe di un clochard italiano, uno dei tanti senza fissa dimora che occupa abusivamente quel palazzo. 
Secondo quanto accertato dagli agenti della Polizia di Stato, intervenuti sul posto, si tratterebbe di un incidente. La tragedia è avvenuta nella notte tra domenica e lunedì. Appare ipotizzabile che l'uomo avesse cercato riparo nello stabile abbandonato e che sia precipitato accidentalmente. Sembrerebbe al momento esclusa l'ipotesi del suicidio. Sull'episodio sono in corso le indagini della Polizia di Stato. 

Milano, clochard precipita dal 'Palazzo della morte': incidente o tragedia annunciata?
Come detto si tratterebbe di una tragedia annunciata.
Lo stabile, ribattezzato il "Palazzo della morte", è da tempo al centro delle lamentele di molti cittadini della zona Corvetto per il grave stato di degrado in cui versa e per essere un luogo che accoglie disperati in cerca di un riparo di fortuna. Non soltanto barboni ma anche tossici che vanno lì per drogarsi. Il palazzo è da anni abbandonato, a causa di fallimenti, passaggi di proprietà, intoppi burocratici, lentezze giudiziarie, cause legali ecc. I cittadini della zona più volte erano scesi in piazza protestando contro il degrado del quartiere causato proprio dallo stato d’abbandono di quello stabile occupato abusivamente, un monumento al degrado e all’incuria dove si trova di tutto, dalle siringhe infette ad ogni genere di rifiuto. 
Da tempo è stato chiesto al Comune di intervenire per mettere in sicurezza l’edificio, impedendo che vi si possa accedere e ripulendolo dell’immondizia. Niente, nessuno è intervenuto e ora questa tragedia evidenzia ancora di più, se ne ce fosse bisogno, quanto sia necessario prendere al più presto provvedimenti. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...