Migranti, Alfano annuncia: "Massimo impegno per Milano". Domani consegna Cie e Cara

15 giugno 2015, Marta Moriconi
Quando a Milano si è concluso il vertice straordinario indetto alla prefettura di Milano per discutere dell'emergenza profughi, il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha annunciato: "Domani sarà consegnato il Cara alla Croce Rossa Italiana con 200 posti in più a disposizione per l'accoglienza e la stessa cosa sarà fatta con il Cie, del quale verrà autorizzata l'estensione della capacità di accoglienza. In questo modo l'ordine sarà completamente ripristinato e i presidi di polizia alla Stazione Centrale potranno tornare ad occuparsi di sicurezza". 

All'incontro in Corso Monforte erano presenti anche il prefetto Francesco Paolo Tronca, l'ex ministro delle Infrastrutture, ora capogruppo di Ncd alla Camera, Maurizio Lupi e il sindaco Giuliano Pisapia. 

"Ribadisco il massimo impegno per Milano e la massima attenzione - prosegue Alfano - perché questo compito deriva tutto dal fatto che in Libia c'è una situazione di instabilità. I profughi arrivano in Italia e vogliono andar via dall'Italia". 

Per questo "il problema non deve coinvolgere solo l'Italia".

Alfano spiega poi di aver avuto una "utile conversazione" con il sindaco Pisapia : "Abbiamo discusso dei lavori ai locali del dopolavoro ferroviario che stiamo attendendo vengano consegnati da Grandi Stazioni". Quindi ha annunciato un incontro per il prossimo 17 giugno con i vertici dell'Anci, per discutere dello smistamento dei profughi negli altri comuni.

Poi annuncia anche di voler incontrare Piero Fassino e i presidenti delle Regioni guidati dal presidente Chiamparino. L'occasione, precisa, sarà la Conferenza Stato-Regioni, "già prevista".


caricamento in corso...
caricamento in corso...