Milano, femminicidio choc: sgozzata dal marito "per difendermi". Precedenti violenze

16 gennaio 2017 ore 12:46, intelligo
Milano, femminicidio choc: sgozzata dal marito 'per difendermi'. Precedenti violenze
Rosanna Belvisi, 50 anni, è l'ultimo atroce caso di femminicidio a Milano: 23 coltellate, mortali quelle alla gola, dopo una lite furiosa in casa. Purtroppo non era il primo caso di violenza di L. M
. nei confronti di sua moglie. Già a novembre i vicini allarmati avevano chiamato le forze dell'ordine. Addirittura,come riporta Repubblica, nel 1995 aveva accoltellato sua moglie. Dopo esser stato fermato dalla polizia per omicidio, sotto interrogatorio tutta la notte, il marito 53enne della vittima ha confessato intorno alle 4 di mattino: "Sono stato io ad uccidere mia moglie. Mi dispiace e sono pentito di quello che ho fatto" avrebbe detto agli inquirenti di Milano che lo hanno interrogato per ricostruire l'omicidio. E ancora: "Ieri mattina mia moglie ha iniziato a rinfacciarmi di avere una relazione extraconiugale e ha tentato di colpirmi con un ferro da stiro. Io ho afferrato un coltello e l'ho colpita", avrebbe raccontato durante l'interrogatorio di diverse ore. La relazione extraconiugale, da cui sarebbe nato anche un figlio, sarebbe stata scoperta dalla vittima nei mesi scorsi.  
L'avrebbe uccisa intorno alle 11, ma l'uomo ha dato l'allarme solo intorno alle 15. 
Per costituirsi un alibi ha parlato con le persone è andato a fare la spesa e aveva comprato pasticcini, insomma aveva tentato di coprire il delitto. Ha avuto il tempo anche di una partita alle slot machine come racconta il capo della Squadra Mobile Lorenzo Bucossi durante la conferenza stampa. 
Ora è arrivato l'appello del questore Antonio De Iesu alle donne: "Serve una cultura della denuncia: imparate a riconoscere i segnali di allarme e denunciate"


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...