Femminicidio, sabato a Milano 'Walls of Dolls' con Jo Squillo e Rosaria Iardino

16 giugno 2016 ore 14:12, intelligo
 Le donne scendono in campo contro la violenza. Anzi, precisamente contro il femminicidio che nonostante preveda numeri in calo, regala alla cronaca sempre più donne accoltellate, bruciate, violentate e uccise. 

Colpa della cultura italian o colpa dei maschi? La  mentalità maschile sicuramente  confonde il possesso con l'amore. Per riaffermare i principi del rispetto, dell'uguaglianza e della parità nei rapporti tra uomo e donna, Milano scende in strada sabato 18 giugno, alle ore 16 in via Edmondo De Amicis 2, contro la violenza di genere. L'appello a partecipare alla manifestazione, la terza edizione di Wall of Dolls organizzato da Jo Squillo insieme a Rosaria Iardino, presidente dell'associazione Donne in Rete, è rivolto a tutti. 

L'appuntamento è al famoso 'muro' delle bambole dove, simbolicamente, verranno appese delle bambole per ricordare la violenza contro il genere femminile e chiedere un cambio culturale. "Come possiamo stare a guardare tutta questa violenza senza fine? Come possiamo seguire la cronaca di questa crudeltà senza agire? Come possiamo lasciare cadere le nostre lacrime nel silenzio? Le giovani donne di oggi hanno ereditato i diritti conquistati dalle donne degli anni Settanta, ma ora devono impegnarsi a difenderli e non accettare questa cultura della violenza, affinché non faccia altre vittime", spiega Jo Squillo.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...