Spread a quota 200, crollano la Borse europee. Padoan: "Tutto previsto"

16 ottobre 2014 ore 12:09, intelligo
Il riposizionamento dei mercati finanziari dopo l’euforia dei mesi scorsi “era atteso da tempo”, ha commentato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan parlando ai microfoni di Radio anch’io. “Da tempo – ha aggiunto – avevo chiesto cautela”.  
Spread a quota 200, crollano la Borse europee. Padoan: 'Tutto previsto'
  Non a caso nei mesi scorsi il ministero aveva approfittato dei bassi tassi di interesse per fare incetta di liquidità a basso costo e non farsi trovare impreparato davanti alle prevedibili tempeste autunnali. Anche oggi, dopo la "tempesta perfetta" di ieri, le borse hanno aperto in rosso: Milano si guadagna il secondo posto tra le peggiori, con il primato negativo che spetta a Madrid già al -4,6%. Milano ieri ha chiuso al -4,44%. Seguono Lisbona e Parigi già sotto il 3%. Non va meglio sul fronte del debito sovrano, dove il differenziale di rendimento tra i Btp decennali italiani e quelli tedeschi è tornato a salire ed è volato a quota 200 punti base, un livello che per lo spread non si vedeva dallo scorso febbraio. Male ieri anche Wall Street, sulla scia delle Borse europee. Il Dow Jones ha chiuso a -1,06% in recupero dopo aver toccato un - 3% secco e aver fatto segnare così il tonfo peggiore degli ultimi tre anni. Anche il Nasdaq si è ripreso e ha chiuso a -0,28% dopo essere crollato a -2,41%.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...